Bearzi

Coronavirus, oltre 700 morti a New York e Trump pensa a quarantena 

Sono almeno 728 le persone morte a New York per il coronavirus. Lo ha detto il governatore di questo Stato, Andrew Cuomo, aggiungendo che i contagiati sono ormai 52.318. Ieri sono state 172 le persone ricoverate in terapia intensiva. 

Il picco di contagi da coronavirus nella Grande Mela arriverà fra 14-21 giorn, ha aggiunto Cuomo, evidenziando che a quel punto serviranno 140mila posti letti negli ospedali della città. Intervenuto nell’ormai consueta conferenza stampa giornaliera sulla situazione coronavirus, Cuomo ha sottolineato che il reperimento di respiratori rimane la massima priorità.  

Per alleggerire il carico sugli ospedali, lunedì arriverà nel porto della città l’unità navale Usns Comfort, che servirà da nave ospedale. Verranno messi così a disposizione mille posti letti aggiuntivi per malati di coronavirus. 

TRUMP – “Lo stiamo valutando e prenderemo una decisione”. Donald Trump si è espresso così sull’ipotesi di imporre la quarantena a New York. “Sarebbe per un periodo breve di tempo” per alcuni parti dello stato di New York, del Connecticut e del New Jersey, ha aggiunto, precisando: “Ne parlerò con il governatore”. 

Fonte: Adnkronos

facebook
352