Bearzi

Palio di San Donato a Cividale 22-23-24 agosto 2014

palio-san-donato-2014
Non manca molto all’avvio ufficiale del Palio di San Donato da parte dell’araldo. Anche la XVa edizione si prospetta densa e ricca di iniziative. Fra fiaccole, giocolieri, tamburini, menestrelli, tornei, mercati e sfilate, dal 22 al 24 agosto la città ducale si immergerà nell’affascinante atmosfera medievale che tanto le si addice.

Tre giorni di festa, dunque, per il Palio di San Donato, a ricordo del Santo patrono della Città, con una serie di eventi imperdibili e con un ricchissimo programma che conta spettacoli, mostre, eventi e iniziative destinate alle famiglie. Negli anni, la manifestazione si è affinata sotto l’aspetto storico e filologico e ha ottenuto consensi sempre maggiori, raggiungendo picchi di presenze talvolta superiori ai 50mila visitatori. La XVa edizione conferma la poderosa macchina organizzativa coordinata dall’assessorato al turismo del Comune: 500 figuranti in costume d’epoca, 5 borghi, una dozzina fra associazioni e gruppi storici protagonisti di ambientazioni, allestimenti e attività.

paliosandonato-26

paliosandonato-25

paliosandonato-24

“Il programma ormai è definito – spiega l’assessore al Turismo ed Eventi Daniela Bernardi – ed è frutto del lavoro di tanti: la sinergia tra il professor Maurizio d’Arcano Grattoni ed il regista Luca Altavilla, rispettivamente consulente storico e direttore artistico del Palio, assieme ai borghi, alle associazioni e ai tanti volontari coinvolti e fondamentali per la buona riuscita dell’evento dà vita ad una manifestazione in cui anche i dettagli sono molto curati”.
L’impegno di tutti è grande, e le incombenze altrettanto.
“I numerosi gruppi, infatti, che partecipano al Palio – spiega la Bernardi – sono soggetti al rispetto di normative sulla sicurezza che di anno in anno si modificano e diventano più articolate portando, pertanto, ad un impegno sempre maggiore”. “Per aiutare i volontari si e’ tenuta una lezione sulla sicurezza ad opera del perito Giovanni Pauletig, che ha improntato le informazioni in termini di grande collaboratività ed attenzione. L’ufficio turismo ed eventi, a disposizione per aiutare e per indirizzare nel modo migliore i gruppi, ha consegnato a tutti i volontari la documentazione che raccoglie la normativa da seguire”.
“Questo e’ lo spirito che contraddistingue le edizioni del Palio: la gioia del divertimento, il brivido della competitivita’, il fascino di vivere la citta’ medievale, il tutto in sicurezza ed armonia “ conclude la Bernardi.
Passando al programma, già a partire dalla serata di venerdì 22 le taverne apriranno i battenti ai “forestieri” e le piazze e vie si illumineranno di colori e festa con cortei, giocolieri, musici, menestrelli e sputa fuoco. Da sabato 22 il Palio entrerà nel vivo con le consuete gare di tiro con l’arco, la gara pedestre a staffetta, spettacoli di strada, guitti girovaghi, rullate di guerra e musiche medievali. Domenica, dopo la consueta Messa Solenne in Duomo, sfilerà per le vie della città il corteo di figuranti; nel pomeriggio seguiranno la gara di tiro con la balestra e la Tenzone della celata (gara tra i vincitori dei borghi). Al calar della sera verrà consegnato il palio al borgo vincitore.

paliosandonato-23

paliosandonato-22

Le novità
Le novità di questa edizione riguardano le narrazioni di storie nelle piazze dalle diverse compagnie come ad esempio la Compagnia Tergeste, AmbientArti, Retroscena e Ratatuie.
Nella sera di sabato si potrà assistere al Matrimonio Medievale sul sagrato della chiesa di San Martino per poi proseguire con un omaggio agli sposi con la Giostra a Cavallo in via Scipione da Manzano.
Domenica si potrà assistere al gran corteggio – spettacolo “Bestiari medievali”, ovvero un inedito corteo con animali realistici e fantastici dell’immaginario medievale a cura del Grup Artistic Furlan e i Gallistriones.
In tutti i borghi verranno allestite taverne, botteghe e villaggi per ricreare l’ambientazione; verranno proposte anche attività per i più piccoli quali la caccia al tesoro, laboratori didattici.
Nella chiesa di Santa Maria dei Battuti sarà allestita una mostra a cura di Rossano Guatelli, Walter Bier, e Davide Stulin, con la disponibilità del Gruppo Storico Forojuliense, “Antiche macchine da guerra”; il programma sarà arricchito dai suggestivi Tamburini Medioevali da Guerra di Cividale e dalla musica medievale diffusa nella città.

paliosandonato-17

paliosandonato-16

L’apertura del Palio di San Donato
La solenne apertura del Palio di San Donato, che animerà Cividale ininterrottamente fino a domenica sera, quando sarà decretato il borgo vincitore 2014, è fissata alle ore 21.00 di venerdì 22: dalla chiesa di San Pietro il drappo del Palio di San Donato uscirà scortato da tamburi e armigeri e, accompagnato da cortei di nobili e popolani, attraverserà i borghi aprendo ufficialmente il torneo per arrivare al Duomo di Santa Maria Assunta. È qui che il sindaco, Stefano Balloch, aprirà ufficialmente la tre giorni di festa; ed è sempre qui che monsignor Livio Carlino, parroco di Cividale, benedirà il drappo e la comunità tutta. Dopo la riconsegna ufficiale alla Città del Palio, che sarà conservato in Duomo per i tre giorni della kermesse – fino al momento della proclamazione del Borgo vincitore del torneo del 2014 – la festa proseguirà con musica e spettacoli fino a notte fonda, e continuerà fino a domenica sera.

La storia della manifestazione
Dal 2000 Cividale del Friuli ospita la manifestazione storica organizzata a ricordo del torneo che, a celebrazione di San Donato, veniva bandito in città il 21 agosto di ogni anno, dal XIV secolo al 1797. Oggi, al Palio di San Donato, nelle competizioni della corsa pedestre e delle gare di tiro con l’arco e con la balestra gareggiano i rappresentanti dei cinque borghi storici: Borgo Duomo, Borgo San Pietro, Borgo San Domenico, Borgo Brossana e Borgo di Ponte, ma l’intero pubblico viene coinvolto, complice la magica e suggestiva atmosfera che si crea in virtù della scrupolosa ricostruzione storica e delle ambientazioni sceniche animate dagli spettacoli di tamburi, giocolieri, sputafuoco, menestrelli, giullari e musici.

facebook
852