Bearzi

Palmanova: 7 nuovi istruttori CRI di rianimazione cardiopolmonare con defibrillatore

Lo scorso 2 settembre a Pordenone si è tenuto un corso formativo nel quale sono stati formati quindici nuovi istruttori di rianimazione cardiopolmonare con l’utilizzo del defibrillatore. Sette di questi istruttori appartengono al Comitato Locale della C.R.I. di Palmanova (uno del Gruppo di Torviscosa e sei del Gruppo palmarino).

Grazie a questo corso il Comitato Locale della C.R.I. di Palmanova può contare ora su ben undici istruttori pronti a divulgare questi importantissime manovre che salvano realmente vite.

L’arresto cardiaco improvviso (o “morte cardiaca improvvisa”) è un evento che colpisce nel mondo occidentale centinaia di migliaia di persone ogni anno. Per la maggior parte si tratta di individui in età ancora giovane, che una volta superato l’episodio acuto possono avere davanti a sé una valida aspettativa di vita, sia come durata che come qualità. I dati riportati in letteratura sono concordi nel dimostrare che queste persone, se soccorse prontamente ed in maniera adeguata hanno buone probabilità di ripresa.

Da queste considerazioni deriva la necessità di un impegno prioritario ed imprescindibile per la Croce Rossa Italiana: la diffusione della “cultura della rianimazione cardio-polmonare”.

Nel mondo occidentale si può calcolare 1 arresto cardiaco improvviso all’anno ogni mille abitanti: ciò significa in Italia (58 milioni di abitanti) un’incidenza di 50 – 60 mila casi ogni anno. Si tratta pertanto di un fenomeno di proporzioni vastissime e di grande impatto economico per la società: molti dei casi di arresto cardiaco improvviso coinvolgono infatti persone autosufficienti ed attive nella società di età compresa fra i 45 ed i 65 anni.

Il dato più significativo è senza dubbio l’elevata sopravvivenza in caso di arresto cardiaco da fibrillazione ventricolare se questa viene trattata adeguatamente. La fibrillazione ventricolare (FV) e la tachicardia ventricolare senza polso (TVSP) sono i ritmi iniziali più frequenti in caso di arresto cardiaco e sono caratterizzati da una completa disorganizzazione dell’attività elettrica del cuore che perde la capacità di svolgere efficaemente il suo lavoro di pompaggio del sangue.

La FV e la TVSP hanno una terapia specifica, efficace e risolutiva: la defibrillazione. Se la defibrillazione viene praticata precocemente le probabilità di ripresa dell’attività cardiaca sono elevate; viceversa, se il tempo passa la percentuale di sopravvivenza si riduce.

Il Comitato Locale della Croce Rossa Italiana di Palmanova è in grado di fornire alla popolazione e ai sanitari, corsi di BLS-D in conformità alla legge 03 aprile 2001 ed in virtù della Legge 23 febbraio 2006, n. 51 – Art. 39 – viciesquater.

Questo corso è rivolto ai comuni cittadini, ma anche ai soccorritori volontari o operatori sanitari, desiderosi di acquisire specifiche tecniche da applicare in caso di morte improvvisa da arresto cardiaco.

facebook

Lascia un commento

382