Palmanova: rally, vince Luca Matteo Bertin – FOTO

1_ASS_Bertin-Zamboni_20_28Citroen_20C4_20Wrc_29 3 feb 2015 – Nella vita le sfide vanno raccolte e Luca Matteo Bertin lo sa bene. Il pilota di Bassano del Grappa ha vinto la 2° Ronde Terra del Friuli, la gara scattata alle 7.01 di domenica 1° febbraio da Palmanova, dove ha fatto ritorno alle 16.50. La sfida gliela ha lanciata il siciliano Andrea Nucita, perché si era capito che Bertin e Nucita si sarebbero giocati tutto all’ultima frazione cronometrata. I due sono infatti partiti per la quarta ed ultima prova speciale di 10 km (che i concorrenti hanno percorso 4 volte e che hanno molto apprezzato) separati da 6”6. Nucita ci ha provato ma Bertin ha risposto e così, il pilota che corre con una Citroen C4 Wrc (gommata Yokohama) in coppia con Giuseppe Zamboni ha conquistato una meritata vittoria chiudendo con un vantaggio di 9”4 sul duo formato da Andrea Nucita e Sara Cotone (sono compagni in abitacolo e nella vita), al via con una Subaru Impreza del Motoring Club Sernaglia (anche loro con gomme Yokohama) di Gabriele Favero. Da ricordare che Bertin ha corso con i colori della Sport&Joy di Pagnacco, la scuderia che ha organizzato il rally sotto la guida di Paolo Michelutti, al quale, tra gli altri, è andato il plauso di Angelo Bertoli, assessore del comune di Rivignano-Teor, il cui territorio è stato letteralmente preso d’assalto, assieme a Varmo, dal pubblico che ha assistito alla prova. Ovviamente, il rapporto più immediato è stato con il comune di Palmanova (UD), che ha ospitato l’evento in Piazza Grande. Detto dei primi due, va citato il terzo posto della coppia veneta formata da Adriano Lovisetto e Cinzia Bernardini su Ford Fiesta Wrc gommata Pirelli, i quali hanno vinto la seconda prova speciale scavalcando in classifica provvisoria Claudio De Cecco e Jean Campeis. I due friulani, al via con una Ford Focus Wrc sono stati costretti al ritiro a metà gara per noie al turbo. La classifica finale ha visto la coppia pordenonese Babuin-Spinazzé al quarto posto assoluto e prima della classe Super2000. Quinto posto – molto positivo – per Fabrizio Martinis e Claudio Vigna (Mitsubishi Lancer). Sfortunato l’altro pordenonese, De Luna, fermo subito per una panne elettrica alla sua Mitsubishi Lancer. In classe N3 vittoria di Zanini-Fachin davanti a Pellizzari-Garbini e Borghi-Montermini. Recrimina l’udinese Alberto Bigot che, in coppia con Andrea Di Giusto, era secondo di classe ad una prova dal termine; nella quarta ed ultima speciale è stato rimontato e così è finito in zona… medaglia di cartone. Ha ammesso di non avere avuto la grinta che sarebbe servita. Fortuna alterna per Fabrizio Polo Roncali ed Elisa Tassile (Scuderia Red White di Cividale del Friuli), i quali erano terzi di N4 dopo la seconda prova. Nella terza l’auto si è spenta per alcuni interminabili secondi e così hanno lasciato il terzo gradino del podio di classe alla coppia Aloisi-Barison, ritirati nella quarta prova. Così Polo Roncali sono risaliti sul terzo gradino del podio. In R2B vittoria di Damiano Dus e Walter Massera (Citroen C2-Scuderia Sport&Joy) sempre primi davanti a Fabio Chiappo e Angelo Osvaldini (Ford Fiesta-Motor in Motion). Dei 38 partiti ne sono arrivati 30.

10836611_10204693162746423_1754013294_n 10943880_10204693161426390_2080504150_n 10945118_10204693161866401_1357180017_n 10947660_10204693162426415_240211316_n 10965334_10204693162626420_251617367_n 10965340_10204693160706372_1966554966_n 10966597_10204693159826350_898022945_n 10966690_10204693162026405_1722136202_n 10967724_10204693161386389_1394791959_n 10968263_10204693162666421_1388473776_n

902