Udine

Palmanova: rievocazione storica rinviata a primavera 2021

Rievocazione Storica di Palmanova, rinviata a primavera. A luglio confermata la celebrazione del Redentore. A settembre un evento minore con distanziamenti

Il Gruppo Storico: “Troppe incertezze organizzative”
Il Sindaco Martines: “Rinviamo per salvaguardare un evento di grande livello”

Alla fine la decisione ufficiale è arrivata. La grande Rievocazione Storica di Palmanova non si farà il primo fine settimana di settembre ma sarà rinviata alla prossima primavera, presumibilmente verso la metà di aprile.

“È stata una decisione sofferta ma erano troppe le incertezze organizzative da qui a tre mesi. Dobbiamo gestire gruppi storici da tutta Europa, battaglie corpo a corpo, assembramenti di soldati e non sappiamo quali saranno le normative sanitarie che entreranno in vigore allora. Per questo abbiamo scelto, in accordo con il Comune, di rinviare la manifestazione ai primi mesi del prossimo anno”, commenta il Presidente del Gruppo Storico Città di Palmanova Andrea Malisan assieme a tutto il direttivo dell’associazione.

A luglio è confermata invece la Festa del Redentore e per il primo fine settimana di settembre, al posto della grande rievocazione, si sta pensando ad un evento ridotto, con sfilate e attività che non prevedano assembramenti e possano garantire il distanziamento sociale tra il pubblico e i rievocatori stessi.

“Abbiamo deciso di rinviare per poter mantenere un evento di grande livello. Quest’anno erano previsti oltre 1.500 rievocatori da tutta Europa. Una Palmanova invasa dalla storia secentesca, da duelli, battaglie e vita da campo di soldati e popolani. Sarebbe stata la più grande rievocazione storica rinascimentale d’Europa. Farla ad aprile sarà un cambio di programma importante ma puntiamo, con il 2021, ad aprire la stagione della rievocazioni a livello europeo, proponendo l’evento nella sua interezza e con il suo straordinario fascino”, commenta il Sindaco di Palmanova Francesco Martines.

Che aggiunge: “Dall’altra parte assicureremo per luglio e settembre il rispetto della tradizione, prevedendo due eventi rievocativi di minore impatto ma di sicuro interesse. Assieme al Gruppo Storico lavoreremo a fondo per queste nuove sfide”.

facebook
1.494