Telegram

Paok – Udinese 0:3, tripudio bianconero. Le pagelle

PAOK_UDINEZE_1_23021200039Chi l’avrebbe detto che a metà del primo tempo la qualificazione sarebbe già stata nelle tasche dell’Udinese? Come l’anno passato a Napoli la squadra ritrova la giusta marcia nel momento meno prevedibile, in condizioni ambientali decisamente impegnative. L’apoteosi friulana è sigillata dalle perle di Danilo al 6’, Floro Flores al 14’ e Domizzi, du rigore, al 50’.

HANDANOVIC 6: mai impegnato in modo serio dagli avanti tessalonicesi. Trasmette tranquillità a tutto il reparto

BENATIA 6,5: passa il tempo e viaggia verso la condizione che aveva toccato prima di partire per la Coppa d’Africa. Non ancora al top, ma di certo ampiamente oltre la sufficienza. Dall’86’ FERRONETTI sv

DANILO 7,5: festeggia alla grande il primo gol stagionale in uno dei match più delicati dell’intera annata. Oltre alla rete anticipi e chiusure di classe

DOMIZZI 7: nella conferenza stampa prepartita ha confessato che situazioni ambientali del genere lo stimolano, non lo preoccupano. Sul campo ha ampiamente dimostrato quanto detto

BASTA 7: a testimonianza della bontà della prestazione è sufficiente dire che Boloni, a metà del primo tempo, cambia il suo diretto avversario Stafylidis per manifesta inferiorità

PAZIENZA  6: fa girare la squadra come si deve e non perde mai di vista la posizione corretta. Tatticamente preziosissimo.

ABDI 6,5: una delle migliori partite del centrocampista svizzero con la maglia dell’Udinese. Pressa, recupera recupera e gioca il più semplice possibile. Dal 46’ BATTOCCHIO 6,5: il mezzo punto in più, dopo una prestazione di carattere, se lo guadagna con un’accoppiata dribbling e disimpegno di esterno a dodici minuti dalla fine. Che classe!

ASAMOAH 7: il suo ritorno negli undici a distanza di diverso tempo restituisce al centrocampo bianconero quel dinamismo e quegli inserimenti di cui si sentiva troppo la mancanza

PASQUALE 6,5:  è passato dall’essere escluso dalla lista Uefa all’impiego fisso nel doppio spareggio contro il Paok.

FABBRINI 6: la bolgia del Toumba non lo spaventa. Si danna l’anima e prende un sacco di legnate che si trasformano in falli a suo favore. Quando a tutto questo aggiungerà anche i passaggi smarcanti che si pretendono da un trequartista sarà diventato un giocatore di livello. Dal 69’ ARMERO 6: viene riproposto nel ruolo di guastafeste alle spalle della prima punta. Regala una sgroppata delle sue e la giusta attenzione.

FLORO FLORES 7,5: da diverso tempo i tifosi bianconeri aspettavano una prestazione del genere. Cerca in modo ossessivo la profondità, svetta di testa, raddoppia con un missile e si conquista il rigore della sicurezza

Nicola Angeli

facebook

Lascia un commento

465