Aperitivo a Grado

Paolo Sorrentino al Visionario

facebook

ildivo.jpgPaolo Sorrentino, il regista de “Il divo “, film ispirato alla vita di Giulio Andreotti e vincitore del Gran Premio della Giuria a Cannes sarà ospite del Visionario martedì 3 giugno a partire dalle 18:00 alle 22.30 Sorrentino sarà ospite al Cinemazero a Pordenone per promuovere il film “IL DIVO”, sul personaggio politico più controverso in Italia – Giulio Andreotti, qui interpretato dall’inarrivabile Toni Servillo – dopo il trionfo di Cannes (dove si è aggiudicato il Premio della Giuria)
Definito da Variety un masterpiece, segna il ritorno del cinema italiano d’autore alla ribalta della scena internazionale. Paolo Sorrentino (Le conseguenze dell’amore; L’uomo in più, L’amico di famiglia) firma qui un’opera pop sulla figura pubblica e privata dello statista. Un lavoro che si pone il difficile compito di decifrare questo enigmatico uomo di potere che negli ultimi cinquant’anni di storia politica, sociale e economica del nostro Paese è uscito indenne da tutte le bufere e dalle accuse più infamanti.
“IL DIVO”, ha dichiarato il regista, “è il mio lavoro migliore, dove sono riuscito a mettere più che negli altri quello che voglio e quello che so fare. Per me rappresenta un punto d’arrivo”.
E Paolo Sorrentino, ospite speciale in Friuli, il 3 giugno commenterà in carne e ossa il proprio film assieme al pubblico del Centro Espressioni Cinematografiche e di Cinemazero; il regista e sceneggiatore napoletano, interverrà rispettivamente alla proiezione del Visionario di Udine delle ore 20.30 e a a quella di Cinemazero di Pordenone delle ore 22.30.
Un’occasione imperdibile per discutere e approfondire la genesi di uno dei film italiani più attesi dell’anno. Per informazioni: tel. 0432/299545.

 

VISIONARIO
DA MERCOLEDÌ 28 MAGGIO – A LUNEDÌ 2 GIUGNO
ore 16.00 – 18.00 – 20.00 – 22.00
SERATA SPECIALE, MARTEDI’ 3 GIUGNO ORE 20.30,
OSPITE IL REGISTA PAOLO SORRENTINO
IL DIVO
di Paolo Sorrentino, Italia 2007, 110′
con Toni Servillo, Anna Bonaiuto, Piera Degli Esposti, Flavio Bucci, Fanny Ardant, Michele Placido

662