talmassons2
E’ stata posata oggi la prima pietra delle due nuove rotonde sull’ex strada statale 252 “napoleonica”, in Comune di Talmassons. Un’opera molto attesa, realizzata dalla Provincia di Udine con il contributo della Regione per aumentare la sicurezza dell’arteria. L’intervento è stato presentato nel municipio di Talmassons, dove il sindaco Piero Mauro Zanin e la sua giunta hanno accolto l’assessore regionale Riccardo Riccardi e gli assessori provinciali Fabio Marchetti, Mario Virgili e Stefano Teghil. Presente anche il vicesindaco di Mortegliano, Marco Coppo.
«L’apertura di questo cantiere – ha affermato Zanin – costituisce un momento molto importante per la comunità di Talmassons. Le due rotonde infatti sono un’opera attesa da anni, fortemente voluta da questa amministrazione, determinante per migliorare il livello di sicurezza della Napoleonica. Un esempio di come la collaborazione tra istituzioni, in questo caso il Comune, la Provincia di Udine e la Regione, possa portare a risultati concreti, nonostante le difficoltà burocratiche incontrate. In un momento di crisi come questo – ha aggiunto – è fondamentale dare respiro all’economia attraverso l’avvio di opere pubbliche, e, a Talmassons, i cantieri aperti sono ben sette».
I lavori prevedono la realizzazione di due rotatorie da 40 metri di raggio, una a Talmassons, all’incrocio tra la provinciale “di Mortegliano” e la Napoleonica, l’altra al confine tra Mortegliano e Talmassons, all’incrocio tra la provinciale “del Torsa” e la Napoleonica. Un intervento che avrà un costo di 1,2 milioni di euro, risorse reperite grazie ad un accordo di programma siglato tra la Regione e la Provincia di Udine. L’opera, progettata da Giulio Gentilli, sarà realizzata dalla ditta Bassi di Lestizza in circa 240 giorni.
«La Provincia – ha commentato Marchetti – da sempre è attenta ai temi della viabilità e della sicurezza stradale. Queste due rotonde, il cui iter di realizzazione è stato avviato nel 1999, contribuiranno ad aumentare la sicurezza di un’arteria, la Napoleonica, strategica per il Medio Friuli». L’assessore Riccardi, riconoscendo la 252 come un’asse viaria determinante, ha confermato che sono in programma altri interventi di messa in sicurezza: «Stiamo definendo i modelli per capire quali sono le priorità di intervento. Sono previsti, comunque, alcuni milioni di euro di investimenti». Tra i punti critici individuati, le intersezioni di Bertiolo, Castions di Strada e Ontagnano.

talmassons

Lascia un commento

705