Peep Est: il comune vuole potenziare il centro di aggregazione

centro_aggregazione_est
Non solo luogo di attività ricreative, ma anche sociali ed educative. Con questo obiettivo il Comune di Udine mira a potenziare il centro di aggregazione giovanile del Peep Est, sulla base di una lettura condivisa dei bisogni del territorio che permetta di riprogettare insieme azioni vicine alle necessità degli abitanti del quartiere. Se ne è parlato lunedì 19 gennaio nel primo incontro che si è tenuto al centro di aggregazione di viale delle Forze Armate 6 e a cui hanno partecipato Kristian Franzil, assessore all’Istruzione e alle Politiche giovanili, Claudio Romano, consigliere delegato del quartiere, gli uffici delle politiche giovanili del Comune di Udine, referenti delle scuole, delle parrocchie, delle associazioni e i genitori interessati al progetto.

“Abbiamo attivato un percorso per incontrare genitori e parrocchie prima di accogliere ragazzi – sottolinea Franzil – in modo da garantire l’apertura costante del centro di aggregazione e di rispondere alle esigenze avanzate dal quartiere, in particolare la possibilità di ampliare l’accesso ai bambini a partire dai 10 anni, e non soltanto dagli 11 come avvenuto fino ad oggi”. Il quartiere inoltre ha evidenziato la necessità di rendere il centro di aggregazione un punto di riferimento per tutta la comunità, di dare visibilità alla rete di associazioni e ai gruppi spontanei per le rispettive attività, di creare un punto informativo e di aggregazione. Chiesta al Comune anche la possibilità di avere spazi per le attività dei gruppi del territorio, di organizzare un corso d’italiano per stranieri, di promuovere occasioni di incontro e formazione per genitori.

L’iniziativa si inserisce nel nuovo progetto “Replei. Reti che promuovono luoghi di espressione e identità” attivato dalle politiche giovanili del Comune di Udine. L’obiettivo dell’incontro è stato non soltanto quello di presentare il progetto educativo, ma anche discuterne le sue potenzialità e possibilità di sviluppo. Il progetto si propone di definire servizi educativi e interventi per pre-adolescenti e adolescenti che promuovano la socializzazione e la partecipazione attiva, oltre all’informazione, alla sensibilizzazione sui comportamenti a rischio e alla prevenzione, attraverso la collaborazione e la partecipazione del privato sociale. Tra le diverse aree di attività del progetto (centri di aggregazione, lavoro di strada, lavoro di rete e animazione di comunità, animazione nelle scuole, rete dei servizi), alcune riguardano il territorio della 3^ circoscrizione ed in particolare i ragazzi e le famiglie che frequentano i luoghi vicini al centro di aggregazione.
centro_aggregazione_est1

Lascia un commento

660