Telegram

Perché studiare le lingue: l’offerta formativa di Udine

Studiare una o più lingue straniere è considerato da tempo un importante vantaggio per il mercato del lavoro. Eppure, imparare una nuova lingua non dovrebbe essere qualcosa da fare solo ed esclusivamente per il raggiungimento di un obiettivo professionale, ma anche e soprattutto per sé stessi e per i numerosi benefici legati a quest’attività, da quelli di tipo cognitivo fino a quelli legati alla socialità e all’interazione con gli altri. Perché, allora, studiare una lingua straniera nel 2021?

Fonte: Pixabay

I benefici dello studio delle lingue

Conoscere più di una lingua straniera è oggi considerato una grande risorsa: secondo un recente sondaggio, ad esempio, la conoscenza delle lingue può essere di grande aiuto per chi lavora in azienda, sia per rendere le comunicazioni più veloci e agevoli, ma anche per formare legami e connessioni più forti con i colleghi. La condivisione dello stesso codice linguistico, tra l’altro, non è motivo d’unione solo in ambito lavorativo, ma anche per la costruzione di altri tipi di rapporti, come ad esempio quelli amicali. Seguire un corso di lingua è infatti un modo particolarmente efficace per stringere nuove relazioni: non solo durante il corso stesso, se fatto in presenza, ma anche e soprattutto dopo. Conoscere una lingua in più permette di relazionarsi con tante persone diverse, sia durante i viaggi che durante i numerosi eventi organizzati per tutte le persone che stanno imparando una nuova lingua, tra cui i cineforum e i tandem linguistici. Imparare una lingua straniera comporta dei benefici anche a livello cognitivo. Studi scientifici hanno infatti dimostrato che lo studio di una nuova lingua riduce il rischio di invecchiamento cognitivo e di contrarre malattie tipiche di un’età più avanzata come il morbo di Alzheimer. In più, le persone bilingui sembrerebbero anche mantenere con più facilità l’attenzione e la concentrazione ed essere quindi più capaci di evitare le distrazioni.

Fonte: Pixabay

Studiare lingue a Udine

L’università di Udine è sempre stata un importante punto di riferimento per gli appassionati di lingue. Il corso di laurea in Lingue e letterature straniere è infatti stato per dodici anni al primo posto nella classifica Censis delle Università italiane, sia per i servizi offerti che per la qualità dell’insegnamento. Sono tante le lingue che si possono studiare a Udine: non solo le lingue europee più conosciute come l’inglese, il francese, il tedesco e lo spagnolo, ma anche lingue come il ceco, il polacco, lo sloveno e l’ungherese, di cui non è possibile trovare corsi attivi così facilmente. Quello dello studio delle lingue, chiaramente, è un lavoro che non finisce mai, nemmeno dopo una laurea magistrale, ma avere una buona base e farsi seguire da un insegnante può sicuramente essere d’aiuto. Si tratta di una passione che non ha età, che può essere intrapresa o perfezionata in qualunque momento della vita e in molti modi diversi tra loro, persino da autodidatti o con l’aiuto di un tutor.

I vantaggi sono davvero tanti: non solo a livello personale, ma anche e soprattutto relazionale. E, non da ultimo, anche per il mondo del lavoro.

facebook
244