Udine

immagine-3.pngE’ stato presenato il programma della seconda edizione del Piccolo Festival del Friuli Venezia Giulia “Passione 2009” che si terrà dal 22 agosto al 6 settembre 2009 assieme all’evento di anteprima Messa di Requiem in memoria di Papa Giovanni Paolo II. Segue il programma

OPERA Il telefono di G. Menotti
Il segreto di Susanna di E. Wolf Ferrari
Nuova produzione
Regia di Gianni Marras
Scene e Costumi di Davide Amedei
Arredo scenico Moroso
Con Sonia Visentin e Giorgio Caoduro
Piccola Orchestra Alpe Adria
diretta da Giuseppe La Malfa

Il telefono e Il segreto di Susanna sono due intermezzi moderni, quelle brevi farse in musica che servivano da intervallo alle opere serie del primo settecento e da cui nacque il genere dell’opera buffa. Ermanno Wolf-Ferrari, compositore veneziano di padre tedesco e Giancarlo Menotti, fondatore del Festival dei due mondi di Spoleto, furono due autori del Novecento fortemente attratti dal classicismo di cui queste due deliziose “operine” sono piena espressione pur nella modernità del linguaggio musicale e del soggetto. Due scene domestiche tra due coppie con l’intrusione di un maggiordomo impiccione. La gelosia scatenata dall’odore del fumo e da un telefono impertinente. L’opera può raccontare in maniera leggera e godibile la vita di tutti i giorni.

28 agosto Auditorium Comunale “Mons. Giovanni Pigani” Reana del Rojale ore 21
30 agosto Teatro “Luigi Garzoni” Tricesimo ore 21

OPERA Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto
con gli artisti del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto:
Emilia Ivancheva Ivanova – Soprano (Bulgaria)
Gianluca Bocchino – Tenore (Italia)
Ivo Yordanov – Baritono (Bulgaria)
Il programma prevederà una prima parte con arie scelte dal repertorio lirico internazionale ed una seconda con una breve selezione da L’elisir d’amore come anteprima della produzione che andrà in scena per la Stagione lirica 2009 del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto

29 agosto Teatro Giovanni da Udine ore 21

CONCERTI Concerto omaggio a Nino Rota
(nel 30° anniversario della morte)
con Luciano Manzalini dei Gemelli Ruggeri
Piccola Orchestra Alpe Adria
diretta da Giuliano Betta
coordinazione musicale a cura di Daniele Furlati
montaggio video Alex Silvestri
in collaborazione con la Cineteca del Friuli
e la Fondazione Federico Fellini

Per celebrare un monumento della musica italiana del Novecento, al giovane compositore bolognese Daniele Furlati, allievo di Ennio Morricone, venne commissionato dal Teatro Comunale di Bologna l’arrangiamento per piccolo ensemble dei temi più famosi che il maestro compose per il grande schermo ed in particolare per Federico Fellini ( Il padrino, Il gattopardo, Amarcord, La dolce vita etc.). Ne nacque un concerto suggestivo e memorabile che verrà riproposto al Piccolo Festival arricchito con letture di testi di Federico Fellini ed interpretazioni musicali a cura di Luciano Manzalini, il “magro” dei Gemelli Ruggeri (che ha recitato con Fellini ne La voce della luna), che contribuiranno a svelare tutta la straordinaria caratura di Rota musicista.

31 agosto Auditorium Comunale “Mons. GIovanni Pigani” Reana del Rojale ore 21
1 settembre Sala Ex Cinema “Impero” Martignacco ore 21

CONCERTI Liederschaft
(piccolo omaggio ad Haydn e Mendelssohn nel 200° anniversario di morte e nascita)
con Matteo Andri e Paolo Troian, pianoforte
Claudia Vigini, soprano
Simonetta Cavalli, soprano
Nicola Pascoli, tenore
Armando Badia, baritono
Trio di clarinetti Minerva

Un omaggio a Franz Joseph Haydn, a 200 anni dalla morte, con la cantata Arianna a Naxos. Prezioso esempio di vocalità melanconica e raffinata. Al centro del programma i deliziosi Sei notturni (pezzi in forma di serenata) per due soprani, basso e tre clarinetti e/o corni di bassetto di Wolfgang Amadeus Mozart. Un piccolo assaggio dell’opera di Felix Mendelssohn (a 200 anni dalla nascita) con lo spumeggiante pezzo concertante per clarinetto, corno di bassetto e pianoforte. A chiudere il programma I Liebesliederwaltzer (Canti e Valzer d’amore) per pianoforte a quattro mani e quattro voci sole; un gioiello della produzione vocale da camera del compositore tedesco Johannes Brahms.

26 agosto Villa Gallici Deciani di Montegnacco ore 21

CONCERTI Cjant d’amor
con Dario Zampa
Sebastiano Zorza fisarmonica
Coro Polifonico di Ruda diretto da Fabiana Noro

Uno spettacolo con canti, musiche ed immagini in marilenghe sul tema della passione con tre personalità artistiche regionali di assoluta eccellenza. Il Coro Polifonico di Ruda, costituitosi negli anni Trenta del XX secolo e ri-fondato nel 1945, ha tenuto concerti in tutto il mondo e ha partecipato a più di quaranta concorsi regionali, nazionali ed internazionali. Nel 2008, con la direzione di Fabiana Noro, si è imposto ai V World Choir Games svoltisi a Graz; tre le medaglie d’oro conquistate (“musica sacra”, “folclore” e “cori maschili”) e il titolo olimpico nella categoria riservata ai cori maschili. Negli ultimi 30 anni Dario Zampa ha fatto dischi (ne ha venduti 150.000), ha portato la sua musica in diversi fogolârs furlans sparsi in giro per il mondo, ha diretto trasmissioni televisive e si è perfino battuto politicamente per sostenere la cultura friulana. Sebastiano Zorza si è imposto in molti concorsi internazionali ed ha al suo attivo un’intensa attività concertistica con esibizioni in Canada, Austria, Slovenia, Germania, Repubblica Ceca, Croazia e Francia. Le foto di Luca Tassotto racconteranno il legame con la propria terra e saranno un manifesto visivo del territorio del Festival.

5 settembre Auditorium Comunale “Mons. Giovanni Pigani” Reana del Rojale ore 21

TEATRO La Giulietta
Nuova produzione da un’idea di Gabriele Ribis
con Luciano Roman
Barbara Carrer, soprano
Stepitz Ensemble
Compagna Arearea
Scene e Costumi di Cristian Finoia
Video a cura di Alex Silvestri

Grazie ad una recente pubblicazione di Albino Comelli e Francesca Tesei (Giulietta e Romeo, l’origine friulana del mito), sono emersi profondi legami fra la tragica storia dei due innamorati veronesi ed il Friuli. La novella scritta da Luigi Da Porto (un nobile vicentino, ufficiale di Cavalleria della Serenissima) avrebbe tratto origine dalla tormentata storia d’amore con la cugina Lucina Savorgnan, nel quadro dei tragici eventi del 1511. Da queste premesse è stato ideato uno spettacolo di teatro con musica, danza e video proiezioni. Le musiche, su cui prenderanno vita le coreografie, attingeranno al patrimonio musicale friulano del ‘500. Le proiezioni evocheranno i legami fra la storia degli amanti veronesi ed il Friuli.

22 agosto Castello di Cassacco ore 21
25 agosto Villa Veroi Fraelacco ore 21

TEATRO A fronte alta. Un sogno del 1956
di e con Antonello Cossia
Produzione I teatrini – Napoli

“La storia portante, il filo rosso che unisce e guida, è quella di mio padre ex-pugile, atleta della nazionale azzurra che rappresentò l’Italia ai giochi olimpici di Melbourne in Australia nel millenovecentociquantasei.
Aveva incontrato agli ottavi di finale, colui che vinse in seguito la medaglia d’oro per la categoria dei pesi piuma, un pugile russo, Vladimir Safronov il suo nome, molto forte, che mandò tutti i contendenti al tappeto, tranne uno: mio padre. Mi ha sempre colpito il suo modo di raccontare questa straordinaria esperienza, mai come un elemento di vanità, né come affermazione presuntuosa della sua personalità (avrebbe potuto tranquillamente gloriarsi visto che è stato, inoltre, due volte campione d’Italia nel 1955/56). Il suo entusiasmo, quasi infantile, è relativo alla tensione, alla spinta che questa avventura ha donato alla sua vita, a ciò che ha ottenuto, non senza fatica e impegno, dove il sogno da realizzare non consisteva in qualcosa di impossibile, di irraggiungibile ma piuttosto qualcosa che si è tramutato in passione, in determinazione per la propria scelta di vita.”

3 settembre Sala polifunzionale Magnano in Riviera ore 21
4 settembre Auditorium “De Cesare” Remanzacco ore 21

TEATRO After Juliet
Coordinamento a cura di Eleonora Ribis e Rasha Darwish
Musica di Alessandro Grego
In collaborazione con Liceo Scentifico “Magrini”, I.S.I.S. “Raimondo D’Aronco”, I.T.C.G. “Marchetti” e Comune di Gemona del Friuli

After Juliet è una commedia moderna scritto dalla drammaturga scozzese Sharman Macdonald, madre della nota attrice Keira Knightley (che ne ispirò la stesura e vi recitò prima di diventare famosa). L’assunto di base della trama è “cosa accadde ai Capuleti ed ai Montecchi dopo la morte di Romeo e Giulietta”. Continua ad essere rappresentata dalle compagnie giovanili di teatro in tutto il mondo. Verrà messo in scena al termine di un laboratorio rivolto ai ragazzi tra i 14 e i 19 anni ed inserito nel progetto internazionale Intercity Connections, nato nel 1998 da una collaborazione fra il Royal National Theatre di Londra e il Teatro della Limonaia, con lo scopo di incentivare l’interesse verso il teatro e la drammaturgia con la messa in scena di opere teatrali originali, destinate a quella fascia di età e commissionate ad autori di grande prestigio. Al giovane compositore Alessandro Grego, triestino, verranno commissionate le musiche di scena eseguite dai migliori allievi della premiata scuola di musica della Banda di Reana del Rojale.

27 agosto Teatro Sociale Gemona del Friuli ore 21
2 settemebre Teatro “Luigi Garzoni” Tricesimo ore 21
6 settembre Sala Ex Cinema “Impero” Martignacco ore 21

CINEMA Romeo e Giulietta di F. Zeffirelli
West Side Story
Per il recupero delle piccole sale cinematografiche

La proiezione di due capolavori per riportare il cinema anche nelle piccole sale di paese: la straordinaria interpretazione che il maestro Franco Zeffirelli ha dato della storia di Giulietta e Romeo (1968) e la versione cinematografica del musical West Side Story (1961) del grande compositore statunitense Leonard Bernstein pensato come una trasposizione moderna della storia dei due amanti veronesi. Il film vinse dieci Academy Awards cinematografici, tra i quali quello per il miglior film. Mai un film musicale aveva ricevuto così tanti riconoscimenti. E’ prorio di quest’anno la ripubblicazione in DVD. In apertura ad ogni singola proiezione un concerto e aperitivo con le più belle colonne sonore rispettivamente del cinema italiano e statunitense arrangiate appositamente per quintetto strumentale con pianoforte.

23 agosto Teatro “Garzoni” Tricesimo ore 20
24 agosto Ex Cinema A.C.L.I. di Rizzolo ore 20

qui è possibile vedere alcuni frammenti video: http://www.youtube.com/user/piccolofestivalfvg

facebook
1.096