Bearzi

Polizze Rc Professionali: fra obblighi e tutele

lavoro

L’assicurazione fornisce adeguata copertura dei danni provocati dal professionista a terzi

Danni materiali, perdite patrimoniali, interruzione d’attività e del volume di affari

Polizze on line? Si grazie

La sottoscrizione delle polizze Rc professionali è un obbligo di legge fissato dal D.P.R. 137/2012- 14/08/2012 a garanzia dell’attività e del patrimonio del libero professionista.

L’assicurazione coinvolge tutti i soggetti iscritti ad un albo professionale o ordine appartenenti all’area medica e paramedica, al settore tecnico ed ingegneristico, a quello giuridico ed economico, e dulcis in fundo al settore delle vendite e della consulenza.

Chi ha l’obbligo di sottoscriverla?

Devono sottostare all’obbligo quindi, fra gli altri, architetti, commercialisti, geometri, medici, ingegneri, avvocati, amministratori di condominio.

Risultano al momento esclusi, anche se iscritti regolarmente all’Ordine di appartenenza, i giornalisti per i quali non esiste alcun obbligo, ma solo il consiglio di sottoscrivere una polizza a livello precauzionale.

Il mercato assicurativo propone di fondo due tipi di prodotto: il primo di stampo anglosassone è l’all risks, che considera tutti i rischi tranne quelli che risultano specificamente esclusi, il secondo è il tipo analitico, che mette in bella mostra nero su bianco danni e rischi coperti dalla polizza.

Cosa coprono le Rc professionali

L’assicurazione fornisce un’adeguata copertura dei danni provocati dal professionista a terzi.

Parliamo di danni materiali, di una perdita patrimoniale, dell’interruzione d’attività ma anche del volume di affari.

Sono comprese colpe più o meno gravi, violazione della privacy, al pari delle colpe di cui si macchiano eventuali dipendenti e collaboratori. Siamo nel campo della copertura di errori e omissioni, costi e spese legali, perdita dei documenti così come l’aver commesso diffamazione ed ingiuria.

Una polizza “a misura” ha una copertura che non considera il solo periodo di operatività del professionista ma anche quello antecedente e quello successivo.

Grazie alla clausola “claims made” il patrimonio dell’assicurato è garantito anche dai danni che si verificano prima della sottoscrizione del contratto, mentre in base alla garanzia postuma, risultano coperti i danni richiesti anche dopo un tot numero di anni dalla chiusura dell’attività.

Quali rischi corre il professionista che non la sottoscrive?

Partendo dal presupposto che la sottoscrizione è obbligatoria il professionista che dimentica di stipulare regolare polizza, oppure decide consapevolmente di non sottoscriverla affatto, rischia un richiamo, o nei casi più gravi, una sanzione.

Naturalmente se privo di copertura assicurativa dovrà pagare di tasca propria il danno cagionato.

Parliamo di massimale

Il massimale è il valore massimo dell’esborso che la compagnia dovrà pagare nel caso si verifichi un danno.

Il massimale dovrà essere per forza di cose proporzionato alla rilevanza del danno ma soprattutto correlato alla tipologia di rischio che può produrre l’esercizio di una professione. Va da se che è assurdo assicurare con massimale di 1.000.000 di euro l’attività di un giornalaio, mentre ha un senso elevare il massimale nel caso in cui l’attività svolta sia quella di chirurgo.

E’ bene che il professionista informi il cliente al momento dell’assunzione dell’incarico del valore del massimale e dei dettagli che contraddistinguono la polizza di cui dispone.

Stipulare una polizza on line? Si grazie

Il mercato assicurativo propone un’ampia tipologia di prodotti ed è quindi necessario muoversi con cautela, comprendendo alla perfezione termini quali franchigie, danno, risarcimento, massimali. Un valido aiuto per trovare la soluzione più adeguata è quello di fruire nella ricerca della polizza dei comparatori on line, fra i quali spicca la proposta di MIOAssicuratore.

Il principale vantaggio è quello economico. La stipula di una polizza on line assicura un risparmio concreto, inoltre si tratta di una soluzione comoda e veloce. E’ infatti sufficiente fruire di una connessione internet per la fase preliminare, relativa alla richiesta dei preventivi, e al confronto dei prodotti proposti, per passare alla fase successiva della sottoscrizione, per la quale il comparatore rimanda al sito della compagnia assicurativa.

facebook
675