Bearzi

Pordenone: a Cinemazero i film recensiti da Pasolini

Il-Vangelo-secondo-Matteo-di-Pier-Paolo-Pasolini-1964Pasolini ha sempre amato il cinema, cominciando da spettatore e da critico. Tullio Kezich raccolse le sue recensioni nel volume “I film degli altri” e Cinemazero da questi ne ha fatto un’ulteriore selezione – a cura di Andrea Crozzoli – per celebrare questo ricco quarantennale anche ricordando il Pasolini recensore acuto: aspetto meno noto del suo multiforme impegno. Giovedì 12 novembre alle 20.45 “Il bell’Antonio” di Mauro Bolognini inaugura questo ciclo di appuntamenti – in collaborazione con la Cineteca Nazionale – che durerà fino al 3 dicembre, ogni giovedì ad ingresso libero.
«“Il bell’Antonio” non è più il bell’Antonio di Brancati, e in parte neanche quello della sceneggiatura: il suo problema sessuale non è condito di languida e struggente bellezza. Lo interpreta Mastroianni che non è un efebo: lo interpreta stupendamente; è forse più bravo ancora che non nella “Dolce vita”, dal cui grandioso rodaggio proveniva. Il suo bell’Antonio è un personaggio introverso, angosciato, dolce, ora troppo chiuso ora troppo espansivo: il suo dolore è contenuto ma contagioso, appassionante. Bolognini insomma, pur con molta misura, ne ha fatto un personaggio romantico, ma non di seconda mano, di cattiva lega: un romanticismo primario, diciamo, ossia di tipo decadente, come si manifesta in certi strati avanzati della borghesia». Questo il commento di Pasolini il 9 febbraio 1960, in uscita del film, che vede al fianco di Mastroianni la bellissima Claudia Cardinale, sposa e oggetto di un amore che l’Antonio protagonista non sa consumare, trascinando la famiglia intera nell’imbarazzo.

I film degli altri:

“Il bell’Antonio” di Mauro Bolognini: 12 novembre, ore 20.45

“Deserto rosso” di Michelangelo Antonioni: 19 novembre, ore 20.45

“Ostia” di Sergio Citti: 26 novembre, ore 20.45

“Milerapa” di Liliana Cavani: 3 dicembre, ore 20.45

facebook
646