Pordenone Calcio vs Frosinone 3-0

È stato un bel regalo di compleanno, una partita che mi porterò dentro. La prima gara in Serie B del Pordenone, la mia prima gara mia in B come presidente… L’importante era partire bene e creare entusiasmo: lo stadio è grande e dobbiamo riempirlo ancora di più.

Le partite in B sono molto difficili, il pubblico deve sempre darci una mano come ha fatto oggi. Dobbiamo crescere, è da prestazioni come quella di stasera che si migliora.

Volevo ringraziare tutte le persone che lavorano nel Pordenone. Anche la squadra e lo staff, che sono insieme da un mese e mezzo, che hanno subito creato un grande gruppo. 

Non parlo di obiettivi: pensiamo una partita alla volta con mentalità e ambizione. Le partite non si vincono sabato e domenica, ma ogni settimana con il lavoro e l’umiltà. 

MISTER ATTILIO TESSER

Abbiamo fatto un’ottima prestazione, è evidente. Serviva una prestazione del genere e ci siamo riusciti. Squadra compatta, tutti i ragazzi hanno fatto molto bene, ci sono state la grinta e la determinazione dello scorso anno.

Pobega ha fatto molto bene, ora deve continuare così. Lui lavora bene, è entrato in sintonia con lo spirito della squadra, e sta facendo valere le sue qualità. Ha ampi margini di crescita.

Ho fatto fatica a scegliere Ciurria davanti a Candellone, lo ammetto. Patrick però ha fatto delle gare con grande qualità l’anno scorso, ha delle caratteristiche peculiari, e ha fatto molto bene.

La gara con la Feralpi non era stata interpretata bene. Ci è mancata intensità, oggi invece c’era. E qualche giocatore è decisamente cresciuto di condizione.

TOMMASO POBEGA

Dicevo che dovevo fare più gol, diciamo che sto diventando più cinico. È sicuramente la serata più bella della mia carriera calcistica, spero ce ne siano molte altre.

PATRICK CIURRIA

Sono molto contento per la prestazione personale e di squadra. Era importantissimo partire bene, i punti valgono tantissimo fin dalla prima giornata. Mi impegno giorno per giorno in allenamento e sono a completa disposizione del mister.

Già da domani penseremo a Pescara. La Serie B è difficile, bisogna lavorare ogni giorno a testa bassa, mettendo in campo la nostra spensieratezza. Sono sicuro che potremo dire la nostra.

1.046