Pordenone: Humus Park inaugura il 22 Maggio 2010

mandala

Si inaugura sabato alle 17.30 nella Bastia del castello di Torre l’esposizione delle opere di Humus Park, con una piccola cerimonia, presente il sindaco Sergio Bolzonello. A dare una lettura artistica della manifestazione – organizzata dal Comune di Pordenone con il sostegno di Regione, Valcucine ed Electrolux e la collaborazione degli Amici della Cultura – sarà il critico e storico dell’arte Fulvio Dell’Agnese, mentre Guido Cecere presenterà una piccola selezione degli scatti realizzati in questi giorni da lui e dai suoi allievi dell’Accademia di Belle Arti, che andranno poi a comporre il catalogo. Ma la parte più suggestiva sarà sicuramente la successiva passeggiata nel parco del castello e della villa romana. Qui, tra limpide acque di risorgiva e vestigia storiche, si è svolto il meeting di Land Art, che ha visto la partecipazione di artisti provenienti da Danimarca, Stati Uniti, Russia, Sud Africa, Messico, Francia, Svizzera, Germania, Norvegia e Italia.
Significativa quest’anno è stata inoltre la partecipazione, come artisti a tutti gli effetti, di 9 studenti dell’Istituto d’Arte di Cordenons, che hanno lavorato in gruppi di tre, con grande entusiasmo e impegno. Seguendo l’invito dell’amministrazione comunale che con questa manifestazione ha voluto far riscoprire alla gente un luogo ancora poco noto di Pordenone, ricco di verde e storia, molti sono stati i pordenonesi che passeggiando nel parco li hanno incontrati e visti al lavoro: chi intrecciava, chi piantava rami o canne di bambù, chi raccoglieva cortecce e chi lavorava nell’acqua. Ciascuna coppia ha scelto un angolo del parco, si è fatto da esso ispirare e ha realizzato un’opera in armonia con la natura utilizzando solo i materiali che essa stessa ha messo a disposizione: rami, ceppi, foglie, sassi, terra, erba, acqua, aria. Ora si potranno ammirare per tutta l’estate.
www.humuspark.it

Lascia un commento

430