Pordenone Legge: “scrivere per il web” dal 9 marzo 2021

Da martedì 9 marzo torna Scrivere per il web, la Scuola di comunicazione digitale di Fondazione Pordenonelegge curata da Alberto Garlinifsono gli ultimi giorni utili per iscriversi alla full immersion in 4 lezioni di un’ora e mezzo ciascuna su piattaforma zoom – dal 9 al 19 marzo – dedicata quest’anno ai libri, e su come vengono raccontati online. Iscrizioni e form di adesione sul sito pordenonelegge.it

La seconda edizione di Scrivere per il web si rivolge a chi ama la letteratura e vuole condividere questa passione online: si partirà da come condurre un’intervista in digitale, con la lezione condotta da Valentina Berengo e Michela Fregona, le curatrici di Scrittori a domicilio, una pagina facebook che nell’ultimo anno ha intervistato più di 100 autori; passeremo poi ad analizzare cosa è cambiato dal giornalismo al blog attraverso la lezione di Alessandro Mezzena Lona, per oltre due decenni caporedattore delle pagine cultura del quotidiano Il Piccolo di Trieste, e ora blogger di successo; in seguito, Giorgio Nisini, scrittore di valore e ricercatore in Letteratura Italiana alla Sapienza di Roma, ci spiegherà quali sono le caratteristiche che deve avere una recensione; e infine Sara Pavan, social media manager di Rizzoli Lizard e responsabile della didattica PAFF!, proporrà un’analisi della comunicazione, della pubblicazione e della promozione dei fumetti sul web».

Comunicare i libri in digitale è diventato un punto di riferimento anche per le case editrici e per gli stessi autori. Foto creative della copertina, interviste in diretta facebook, citazioni a effetto, brevi commenti critici o sopra le righe, all’interno di un modello che privilegia l’esperienza personale ed emozionale, sono alcuni degli strumenti che, insieme alla viralità della comunicazione, decretano il successo di un blog letterario. Ne parleranno Valentina Berengo e Michela Fregona martedì 9 marzo dalle 19 alle 20.30, con la lezione Viaggiare per delta: piccola guida pratica per intervistare uno scrittore”una guida pratica all’intervista letteraria con le tecniche per tenere alta l’attenzione di chi ascolta e un breve compendio degli errori da non fare.

«Se un tempo si leggevano le recensioni sulla carta stampata, oggi guardiamo lo schermo di un pc, leggendo i post del blogger preferito, con il quale si è instaurato un rapporto di fiducia– spiega il curatore, Alberto Garlini  È esperienza comune, oggi, cercare sul web informazioni su un romanzo o su un saggio: elementi che molto spesso decretano il successo editoriale di un libro, o la reputazione di un autore».

Valentina Berengo, veneziana, scrive di narrativa su quotidiani e riviste online. È tra i fondatori di “Scrittori a domicilio” e di “Personal Book Shopper- dimmi chi sei e ti dirò cosa leggere,” e ideatrice della rassegna letteraria “L’anima cólta dell’ingegnere”. Ha al suo attivo più di 300 presentazioni di autori in libreria, online e ai festival Rovigoracconta, Pordenonelegge, La Fiera delle Parole, oltre che al Premio Mario Rigoni Stern. È laureata in Ingegneria e ha un dottorato in Ingegneria geotecnica.

Michela Fregona è laureata in lettere antiche, diplomata in flauto traverso, giornalista. È tra i fondatori di “Scrittori a domicilio.” Dopo vent’anni di giornalismo culturale sui quotidiani cartacei, dal 2018 cura la pagina della letteratura della rivista online Cultweek. Ha collaborato con l’Istituto Veneto di Scienze Lettere e Arti e con l’Accademia dei Lincei. Ha pubblicato per Postcart due libri reportage sul tango argentino (Tangomalia, nel 2000, e Buenos Aires Café, 2004).  Il suo romanzo d’esordio, La classe degli altri, pubblicato da Apogeo edizioni, è stato segnalato in prima stesura dal Premio Calvino.  Nel 2020 è uscito Riscossa (Anima Mundi Edizioni per RETE di cooperazione educativa). Insegna nelle scuole serali dal 2000.

Alessandro Mezzena Lona, per 16 anni responsabile delle pagine culturali de “Il Piccolo”, ha collaborato al “Corriere della Sera” ed è autore di saggi sulla letteratura. Nel 2013 ha vinto il Premio Grado Giallo Mondadori con Non credere ai santi. Ha scritto i romanzi La morte danza in salita e La via oscura. Ha curato con Mitja Gialuz il volume Barcolana un mare di racconti, vincitore del Premio Speciale Marincovich 2019. Ha raccontato la vita di Federico Tavan nel libro Il poeta delle pantegane.

Giorgio Nisini, scrittore e saggista, è ricercatore in Letteratura Italiana Moderna e Contemporanea presso l’Università La Sapienza di Roma. Ha pubblicato numerosi studi sulla narrativa italiana del Novecento e sui rapporti tra letteratura, editoria e industria culturale, occupandosi, tra l’altro, dell’opera narrativa di Pier Paolo Pasolini (L’unità impossibile, Carocci, 2008) e del neorealismo (Il neorealismo italiano, Perrone, 2012). È direttore artistico dell’”Emporio Letterario di Pienza” e Presidente del Premio Letterario “Corrado Alvaro-Libero Bigiaretti”. Per la Roma Lazio Film Commission coordina il progetto L’immagine stregata, in collaborazione con Fondazione Bellonci-Premio Strega. Come scrittore ha pubblicato i romanzi La demolizione del Mammut (Perrone, 2008), La città di Adamo (Fazi, 2011), La lottatrice di sumo (Fazi, 2015) e Il tempo umano (HarperCollins, 2020). 

Sara Pavan, social media manager di Rizzoli Lizard, responsabile della didattica PAFF! Palazzo Arti Fumetto Friuli a Pordenone, curatrice dell’area INKitchen al Treviso Comic Book Festival, ha scritto Il potere sovversivo della carta (Agenzia X) dedicato alla scena indipendente e autoprodotta del fumetto italiano.

999