Pordenone: minorenne festeggia al bar e va in coma etilico

Sono stati serviti superalcolici a minorenni che festeggiavano il ritorno della regione in “zona gialla” uno dei quali è svenuto in coma etilico ed è rimasto in ospedale per 24 ore in osservazione. Per questa ragione un locale del centro di Pordenone è stato chiuso per 25 giorni con una ordinanza emessa dalla Questura.

I fatti risalgono a domenica scorsa, come ricostruito dalle indagini degli agenti che hanno sentito cinque ragazzini, tutti di 16 anni, per sommarie informazioni testimoniali, alla presenza dei genitori.
Questi, per festeggiare l’allentamento delle misure restrittive previsto dal passaggio della Regione Friuli Venezia Giulia dalla “zona arancione” alla “zona gialla”, si erano incontrati a Pordenone, avevano pranzato e poi erano andati al nel locale in centro, hanno preso posto a uno stesso tavolo in violazione alle disposizioni in materia di covid, trattenendosi per un paio d’ore e consumando alcolici e una intera bottiglia di gin. Al ritorno uno di loro è svenuto, in coma etilico, ed è stato soccorso da una dottoressa di passaggio. Il ragazzo è stato portato all’Ospedale Civile dove è stato trattenuto in osservazione fino al giorno successivo.
Gli agenti hanno accertato che il gruppo di ragazzi aveva consumato in passato alcolici e superalcolici nello stesso locale. Oltre al provvedimento di sospensione della licenza per giorni 25 disposto dal Questore, Marco Odorisio, è stata anche comminata una pena di 400 euro al gestore del bar e una sanzione per aver venduto e somministrato a minorenni bevande alcoliche e superalcolici.

facebook
923