auto carabinieri

Pordenone 10 settembre – E’ stato trovato questa mattina nel Parco del Seminario di Pordenone il cadavere di un ragazzo di 19 anni. Il corpo del ragazzo presenta ferite da taglio.  Sul posto la Squadra Mobile della Questura di Pordenone, i Vigili del Fuoco e il 118

ore 11:30

I Carabinieri di Pordenone hanno messo in stato di fermo una persona per la morte del ragazzo. Non è stato ancora confermato se la persona è stata fermata dai carabinieri o se si è costituita volontariamente.

Il Parco del Seminario, è un giardino pubblico annesso al seminario che si trova nel centro di Pordenone ed è frequentato dai pordenonesi

ore 13:30

Si è appreso che il ragazzo coetaneo che si trova ora in stato di fermo nella Caserma dei Carabinieri per l’omicidio di un ragazzo di 19 anni era fra i curiosi che stamani assistevano ai primi accertamenti della Polizia nel Parco del Seminario di Pordenone. L’omicidio si è verificato ieri in tarda serata.
La vittima del delitto e’ Matteo Salata, di 19 anni, di San Vito al Tagliamento.
Gli investigatori non prediligono alcuna ipotesi anche se la piu’ probabile sembra essere legata al mondo degli stupefacenti. E’ stata disposta l’autopsia

RAGAZZO UCCISO IN FRIULI, MOVENTE LEGATO A SPACCIO DROGA

(VEDI: ‘RAGAZZO UCCISO IN FRIULI, UNA PERSONA…’ DELLE 11.30)

ore 19.00

Il movente dietro l’uccisione di Matteo Salata sembra sia legato a una vendita di una dose di stupefacenti. Il giovane di 19 anni sospettato di omicidio è Viktor Cancian di Pordenone.

Da quanto ha riferito agli investigatori, i 2 si erano dati appuntamento nel parco cittadino. Cancian era persuaso che Salata avesse ceduto delle dosi di stupefacente alla sua fidanzata, la quale e’ stata colta da malore e si trova tuttora ricoverata all’ospedale Civile di Pordenone. “Volevo solo dargli una lezione”, questo avrebbe riferito agli inquirenti quando ha raggiunto la caserma dei Carabinieri per costituirsi, accompagnato dal padre.

Secondo la ricostruzione dell’indagato la lite sarebbe trascesa e la morte sarebbe avvenuta durante una colluttazione

Era fra i curiosi che stamani assistevano ai primi accertamenti della Polizia nel Parco del Seminario di Pordenone il giovane che si trova ora in stato di fermo nella Caserma dei Carabinieri per l’omicidio di un ragazzo di 19 anni, nella stessa citta’ friulana. Lo si e’ appreso da fonti investigative secondo le quali l’omicidio risale a ieri sera tardi. Stamani – sempre secondo queste fonti vicine all’inchiesta – il giovane sarebbe tornato sul posto e, una volta resosi conto che la Polizia aveva scartato sia l’ipotesi del suicidio, sia quella dell’annegamento, si e’ allontanato. Ancora non si sa se il giovane si e’ costituito ai Carabinieri o se e’ stato fermato da una pattuglia di militari dell’Arma. La vittima del delitto e’ Matteo Salata, di 19 anni, di San Vito al Tagliamento (Pordenone). La persona fermata e’ un suo coetaneo.

Lascia un commento

1.057