Bearzi

Poste Italiane dal 29 dicembre chiuderà 12 uffici postali in Friuli Venezia Giulia – salvati 3 uffici

14 dicembre 2012 – comunicato CGIL-  Nella giornata di ieri (13 dicembre) è stato siglato un accordo tra Poste Italiane spa e la delegazione sindacale regionale in tema di chiusure degli uffici postali. Un precedente accordo sottoscritto il 19 novembre 2012 aveva sospeso il provvedimento di chiusura degli uffici postali proposti da Poste Italiane, per consentire che i Comuni o la Regione attivassero degli accordi o convenzioni che potessero garantire la sostenibilità economica di questi uffici.

L’azienda ci ha comunicato che fino a ieri l’esito delle trattative con le istituzioni è stato negativo. Prendendo atto di ciò, le organizzazioni sindacali non hanno potuto far altro che sottoscrivere un accordo per disciplinare la ricollocazione del personale interessato dalle chiusure.

È stato anche concordato un rafforzamento del personale applicato agli sportelli, prevedendo 3 unità in più per la provincia di Pordenone e 2 per la provincia di Udine. tale personale sarà scelto tra i dipendenti applicati al recapito ed alla logistica che hanno superato i colloqui di selezione.

Unitariamente le i sindacati contestano il disinteressamento da parte della Regione rispetto alle chiusure degli uffici postali. Queste riduzioni interessano in gran parte comuni della montagna, che in questo modo continua a depauperarsi di servizi. Altre regioni, come ad esempio la Toscana, hanno saputo fare accordi con Poste Italiane per mantenere aperti gli uffici situati in zone disagiate. Evidentemente all’amministrazione regionale tale questione non appare prioritaria.

L’azienda si è comunque dichiarata disponibile a valutare eventuali proposte di accordo o convenzioni che dovessero intervenire prima della data del 29 dicembre 2012. A partire da tale data è prevista la chiusura di 12 uffici postali: Piedimonte Calvario in provincia di Gorizia, TaiedoFagnigolaGiaisSan Martino di CampagnaCampagna di Maniago e Andreis in provincia di Pordenone, TimauFusine in ValromanaPiano d’ArtaSanguarzo e Bulfons in provincia di Udine.

aggiornamento del22 dicembre

 

Poste Italiane ha comunicato che gli sportelli di Sanguarzo di Cividale e Campagna di Maniago non subiranno la chiusura prevista a partire dal 29 dicembre 2012 , mentre l’ufficio di Andreis non subirà la razionalizzazione che era prevista per la stessa data. Ciò è dovuto all’accordo commerciale raggiunto tra la società e i Comuni interessati. Ringraziamo i Sindaci per l’impegno preso; tuttavia siamo convinti che il problema della continuità del servizio postale nei piccoli centri non può essere scaricato sempre sui Comuni, ma deve imporsi all’attenzione della Regione. (comunicato cgil)

facebook

Lascia un commento

813