Bearzi

Premariacco: bimba annegata in piscina, dopo 2 anni nuove indagini anche su padre

Servono nuove indagini per chiarire le cause della morte di A.V., la bambina annegata nella piscina del circolo ‘Viva la’ di Premariacco (Udine) nel pomeriggio dell’11 luglio 2011. Lo ha deciso oggi il Gip del Tribunale di Udine Paolo Lauteri, sciogliendo la riserva dopo l’opposizione all’archiviazione presentata dal padre della minore contro la richiesta del Pubblico ministero. Il Gip ha disposto l’archiviazione delle indagini a carico degli amministratori comunali Rocco Ieracitano, Roberto Trentin e Marino Bucovaz, e ordinato l’iscrizione nel registro degli indagati del padre della minore, Valentino V., 44 anni, con l’ipotesi di omicidio colposo, con lo scopo di garanzia. Il giudice ha quindi ordinato al pubblico ministero nuovi accertamenti, nel fascicolo aperto a carico del padre e dei gestiori della piscina, attraverso una consulenza o una perizia, per capire se la bambina sia morta per congestione e se, nel caso in cui la struttura fosse dotata di personale di salvataggio e attrezzature di primo soccorso, si sarebbe potuto evitarne la morte

facebook

Lascia un commento

952