Bearzi

Harutyun Khachatryan
Domani sabato 5 dicembre 2009 alle ore 18.00 (con ingresso gratuito) il Premio “Darko Bratina. Omaggio a una visione” arriva al Visionario.
L’edizione 2009 del Premio “Darko Bratina. Omaggio a una visione”, evento dedicato alla memoria del Fondatore del Kinoatelje di Gorizia che dal 1999 diffonde la cultura cinematografica nel nostro territorio e s’impegna a favore della comunicazione e collaborazione interculturale, vede come vincitore il film Sahman (2009) e il suo autore, il regista e produttore armeno Harutyun Khachatryan.

L’appuntamento udinese con il grande cinema armeno segue quelli svoltisi a Gorizia, Trieste e Lubjiana ed è organizzato dal Kinoatelje di Gorizia in collaborazione con il C.E.C., Centro Espressioni Cinematografiche e con la Associazione Zizernak.

Il film Sahman (2009), che verrà presentato al Visionario domani sabato 5 dicembre, è un’opera che nasce dal desiderio di raccontare come i confini emotivi, morali e psicologici possano essere varcati. Ambientato sul confine tra Armenia e Azerbaijan, luoghi segnati da una sanguinosa guerra dopo il crollo dell’Unione Sovietica, racconta di un villaggio dove viene ritrovato un bufalo in fin di vita. Sarà attraverso lo sguardo del bufalo, elemento estraneo e considerato nemico, che verrà raccontata la vita di una piccola comunità animata da umili contadini e profughi esausti dalla guerra.

Dopo la proiezione del film Sahman, si svolgerà un incontro aperto al pubblico con il suo autore, il regista e produttore armeno Harutyun Khachatryan (Georgia, 1955). Direttore del Dipartimento documentari presso la principale istituzione cinematografica armena Hayfilm/Armenfilm e cofondatore e direttore del festival del cinema internazionale Golden Apricot di Yerevan, Harutyun Khachatryan viene riconosciuto per la forza di una poetica che sa rappresentare la realtà, la cultura e il popolo armeni.

PREMIO DARKO BRATINA. OMAGGIO A UNA VISIONE 2009
Visionario ore 18.00 ingresso libero
Sabato 5 dicembre
evento in collaborazione con Kinoatelje e Associazione Zizernak

SAHMAN
(Confine)
di Harutyun Khachatryan
Armenia/Paesi Bassi 2009, 82‘
con Liparit Liparitian, Manvel Mkhitaryan, Davit Gasparyan

Harutyun Khachatryan
Nato il 9 gennaio 1955 nella città di georgiana Akhalkalak. Si laurea al Dipartimento cinema della Facoltà di scienze culturali presso l’Università pedagogica di Yerevan. Dopo il compimento degli studi nel 1981, lavora come aiuto regista e regista, diventando in seguito il responsabile del dipartimento documentari presso la Hayfilm / Armenfilm

Filmografia
1981 Mer Taghi Dzaynere (The Voices of the District), doc., 8 min.
1985 Hyurenkalelov Hramanatarin (Hosted by the Commander), co-dir. (along with N.Hovhannisyan), doc., 16min.
1985 Mi Eghelutyan Khronika (Chronicle of a Case), doc., 35 min.
1986 Erek Raund Engibaryani Kyankic (Three Rounds From Vladimir Yengibaryan’s Life), doc., 36min.
1987 Kond (id.), doc., 34 min.
1988 Spitak Kaghak (White Town), doc., 37 min.
1989 Kamin Unaynutyan / The Wind of Emptiness (The Wind of Oblivion) /, 90min.
1991 Veradardz Avetyats Erkir (Return to the Promised Land), 87 min.
1994 Verjin Kayaran (The Last Station), 90 min.
2003 Vaveragrogh (Documentarist), 62 min.
2005 Poeti Veradardze (Return of the Poet), 84 min.
2009 Sahman (Border), 82 min.

facebook

Lascia un commento

785