Premio Fondazione Friuli scuole

È stato pubblicato online il bando per l’edizione 2022 del Premio Fondazione Friuli scuole, che si può già trovare sul sito dell’associazione Friuli Storia, www.friulistoria.it. Per partecipare al bando ci sarà tempo fino al 15 maggio 2022.

Per la sua quinta edizione, il Premio Fondazione Friuli scuole apre le porte ai giovanissimi. Per la prima volta, infatti, anche gli studenti delle scuole medie potranno partecipare all’iniziativa. In via sperimentale verranno coinvolti tre istituti udinesi: la scuola media Bellavitis, l’istituto salesiano Bearzi e l’educandato statale Uccellis. Nei prossimi mesi agli studenti verrà proposto un lavoro artistico e di ricerca riguardo al passato della propria famiglia. Attraverso la collaborazione con i docenti dell’Università di Udine, che interverranno in classe, ragazzi e ragazze studieranno come la loro storia famigliare si intreccia con la Storia del Friuli, con la s maiuscola. I tre istituti coinvolti riceveranno ciascuno un buono del valore di 500 euro da parte di Fondazione Friuli, da utilizzare per l’acquisto di materiale didattico.

La storia del Friuli e dei friulani sarà al centro anche del concorso vero e proprio, riservato agli studenti e alle studentesse delle scuole secondarie di secondo grado delle province di Udine e Pordenone. È questo, infatti, il tema scelto dalla giuria scientifica, presieduta da Andrea Zannini e formata da Tommaso Piffer e Liviana Covre. Sono due le categorie di concorso previste: una prima categoria riservata a elaborati scritti di ricerca originale su un aspetto della storia del Friuli e una seconda riservata a lavori artistici e multimediali che abbiano per tema la storia del Friuli o dei friulani.

«Tra le finalità del Piano nazionale di ripresa e resilienza c’è quello di “migliorare le competenze scientifiche e linguistiche”, lo stesso obiettivo che anche il Premio Fondazione Friuli scuole persegue», spiega Giuseppe Morandini, presidente di Fondazione Friuli. «Da quest’anno sperimentiamo il coinvolgimento delle scuole medie – continua Morandini –, invitando docenti e alunni a lavorare insieme, per approfondire la conoscenza della nostra terra e delle nostre radici». Al tempo stesso, c’è un altro obiettivo del Pnrr che trova riscontro nel Premio: “migliorare la fruibilità della cultura attraverso investimenti digitali”. «La collaborazione con l’Associazione Friuli Storia ha avuto successo in questi cinque anni grazie all’innovativa idea alla base del concorso – conclude il presidente Morandini –, coniugare lo studio del passato del nostro territorio con le nuove tecnologie».

Gli studenti potranno partecipare al concorso con un elaborato di ricerca storica (compreso tra 15mila e 30mila battute, al netto di note, bibliografia ed eventuali documenti allegati) oppure con un lavoro artistico, come ad esempio una foto, un servizio fotografico (un portfolio di massimo 15 immagini), un video (di massimo 15 minuti) o un altro prodotto artistico o multimediale. La giuria scientifica valuterà l’accuratezza del lavoro, la sua originalità e la capacità di inserire la storia del Friuli all’interno del più ampio contesto nazionale e internazionale.  La Fondazione Friuli ha confermato anche per il 2022 l’impegno a premiare i giovani storici “in erba” con un contributo di 500 euro per ciascuna sezione del concorso.

Gli elaborati dovranno essere inviati tramite l’apposito modulo online sul sito www.friulistoria.it entro il 15 maggio 2022. La consegna di lavori con peso maggiore di 5MB o che non possono essere trasmessi in formato elettronico può essere predisposta prendendo accordi via mail all’indirizzo [email protected] Alla fine del concorso tutti i lavori verranno restituiti ai loro autori, che ne conserveranno in ogni caso la proprietà. La giuria concluderà i suoi lavori entro il 31 agosto 2022, e la premiazione si terrà in autunno a Udine, contestualmente alla cerimonia di premiazione del Premio nazionale di Storia contemporanea Friuli Storia.

779