Bearzi

Premio Hemingway – 7/6 Lignano

hemingway_ernest.bmpIl sette giugno prossimo la città di Lignano conoscerà i vincitori della ventiquattresima edizione del premio letterario Ernest Hemingway Lignano Sabbiadoro nel corso della cerimonia di consegna che si terrà alle 16.30 al Kursaal di Lignano Riviera. L’appuntamento torna così alla sua collocazione temporale originaria aprendo di fatto la stagione estiva lignanese oltre che quella dei riconoscimenti nazionali legati al mondo di cultura e giornalismo.
Nel panorama italiano, l’Hemingway è senza dubbio uno degli appuntamenti più riconosciuti e da quasi un quarto di secolo individua personalità di spicco all’interno delle sezioni di giornalismo televisivo e carta stampata, di narrativa e saggistica. A queste vanno ad aggiungersi i due riconoscimenti speciali denominati premio Città di Lignano e premio Lignano-Europa, destinati rispettivamente a rappresentanti del mondo culturale, politico, economico e dello spettacolo e a personalità della cultura internazionale.
La giuria di quest’anno, presieduta dal sindaco di Lignano Silvano Delzotto, si avvale di due nuovi ingressi con Rosanna Vacalebre del quotidiano Avvenire e Pierluigi Battista, vicedirettore del Corriere della Sera e vincitore Premio Hemingway 2007, sezione giornalismo della carta stampata. Insieme a loro, lavorerà il direttore del Tg2 Mauro Mazza, anche quest’anno presidente esecutivo, l’assessore regionale alle attività produttive, Andrea Filippi, direttore del Messaggero Veneto, Luisa Ciuni, del Quotidiano Nazionale, Silvino Gonzato, de L’Arena, Giovanni Lugaresi, de Il Gazzettino, e Luigi Mattei segretario storico del Premio. Una scelta significativa nell’ottica di coinvolgere sempre più la comunità lignanese nell’organizzazione e fruizione del Premio si ritrova nell’inserimento in giuria di Mario Montrone, presidente dell’associazione locale Lignano in Fiore. Confermata la presenza dei giornalisti Anna Migotto e Giovanni Anversa che condurranno la serata conclusiva per il terzo anno consecutivo con la consueta bravura e capacità di far emergere le caratteristiche, anche personali, dei vincitori con modalità tutte rivolte al coinvolgimento totale del pubblico.
Non mancherà, secondo una tradizione ormai consolidata, il percorso conoscitivo parallelo di Hemingway attraverso l’appuntamento con la mostra fotografica nel parco omonimo che la città gli ha dedicato e che quest’anno porta il titolo di Amore e gratitudine. Il Friuli di Hemingway. Anche per questa edizione, patrocinata dai quotidiani Messaggero Veneto e Il Gazzettino, si potrà apprezzare un prezioso racconto per immagini curato da Davide Lorigliola con fotografie inedite immerse in una cornice open air di straordinaria bellezza.
Gae Tano

facebook

Lascia un commento

540