Premio SUSHIN

Ricerca sostenuta da Ager

Il progetto SUSHIN premia i giovani ricercatori con buone idee innovative
Il Dipartimento di Scienze agroalimentari, ambientali e animali, capofila del progetto che studia nuovi mangimi sostenibili per l’acquacoltura

Il progetto SUSHIN (SUstainable fiSH feeds INnovative ingredients) volge al termine ma lascia un indelebile ricordo per proiettare nel futuro e mettere a frutto i risultati ottenuti con le ricerche. Si tratta del riconoscimento di un premio a due giovani ricercatori, il dott. Matteo Zarantoniello dell’Università Politecnica delle Marche e il dott. Francesco Casarano dell’Università di Udine, che hanno studiato nuovi mangimi sostenibili per dare forza e sviluppare l’acquacoltura italiana.

La cerimonia di premiazione si è tenuta il 22 luglio presso la sala conferenze del Dipartimento di Scienze Agroalimentari, Ambientali e Animali dell’Ateneo di Udine, capofila del progetto. All’evento hanno presenziato il prof. Angelo Montanari, Prorettore Vicario, il prof. Paolo Ceccon, Direttore del citato Dipartimento e in collegamento telefonico la prof.ssa Fulvia Bovera dell’Università di Napoli Federico II, presidente della commissione indipendente incaricata di individuare i candidati vincitori.

Per maggiori informazioni sul progetto SUSHIN e sui risultati ottenuti è possibile consultare il sito del progetto.
https://acquacoltura.progettoager.it/index.php/i-progetti-acquacoltura/sushin-sustainable-fish-feeds-innovative-ingredients/sushin-il-progetto

241