Bearzi

Previsioni 7 Marzo: neve a nord, temporali a sud

6 Marzo 2012 – Di nuovo inverno, dopo un assaggio di primavera. Da ieri è tornata la neve al nord – specie in Piemonte e in Valle d’Aosta – e per domani è previsto l’arrivo di temporali in Sicilia. E a Trieste è ancora bora, con raffiche fino a 100 chilometri orari. Da ieri nevicate abbondanti sulle montagne del Piemonte. La media registrata sui rilievi è di 30 centimetri di neve, con punte di 51 sopra Roccaforte Mondovì (Cuneo), 44 a Camparient (Biella), 40 alle Capanne di Marcarolo (Alessandria), nella zona appenninica. A Bric Castellaro (Alessandria), a quota 410 metri, ha toccato i 25 centimetri. Imbiancate pure le colline sopra Torino. Per domani è previsto il ritorno del sole, ma le temperature minime saranno sottozero in molte zone di pianura. Il ritorno del maltempo ha fatto scattare di nuovo il piano antineve sulle autostrade del basso Piemonte e dell’Appennino ligure. Particolarmente interessate dalle precipitazioni sono state la A7 Milano-Genova e la A26 Genova Voltri-Gravellona Toce. In Emilia Romagna, invece, nonostante che sulle strade dell’Appennino modenese siano caduti dai 10 ai 30 centimetri di neve, non sono stati segnalati particolari disagi. Dopo una parentesi primaverile, con temperature salite anche a 20 gradi, pure in Valle d’Aosta sono tornate le nevicate a bassa quota, mentre nella zona di Gressoney la neve ha raggiunto i 40 centimetri. Qualche fiocco si è fatto vedere pure nel capoluogo. Temperature a picco un po’ in tutta la regione, con termometro sceso sotto lo zero a Courmayeur (-3 gradi), Cogne (-8), Breuil-Cervinia (-9). A Trieste, da ieri pomeriggio raffiche di bora fino a 100 chilometri orari. Secondo l’Osservatorio meteorologico regionale, durerà almeno fino alla tarda mattinata di domani. La bora, che non ha creato particolari problemi, è associata a un clima secco e a temperature che sono nella media stagionale. Nel capoluogo, questa mattina il termometro segnava dieci gradi. Intanto, il Dipartimento della protezione civile ha emesso un nuovo avviso di “avverse condizioni meteorologiche” per la Sicilia, valido da domattina. E’ atteso l’arrivo di una nuova perturbazione di origine africana, che si porterà dietro precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale e forti raffiche di vento.

facebook

Lascia un commento

424