Bearzi

Prot. civile: Panontin, sensibilizzare giovani sui fattori di rischio

Trieste, 14 ott – La storia del nostro territorio ha reso
soprattutto la popolazione più anziana consapevole dei rischi
legati ai fenomeni naturali, come il terremoto o le alluvioni,
sono quindi i giovani la fascia da sensibilizzare maggiormente su
quelle che sono le misure da prendere in caso di emergenza.

Questo il concetto espresso dall’assessore regionale alla
Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, Paolo Panontin, oggi
a Fontanafredda (Pn) a margine dell’esercitazione di Protezione
Civile che prevedeva una simulazione di evacuazione del quartiere
Peep Villadolt a causa un ipotetico terremoto.

Panontin ha poi spiegato come la popolazione della nostra
regione, avendo subito l’esperienza del sisma del ’76, conosca
quel fattore di rischio che può generare un pericolo le cui
conseguenze vanno a colpire la vita di intere comunità locali.

Declinando il discorso sul pordenonese, in particolare sulla
pianura, l’assessore ha rimarcato che in questa zona si sono
verificati diversi fenomeni alluvionali e che lo stesso capoluogo
ne ha conosciuto uno particolarmente pesante.

Da ciò l’importanza di un’iniziativa come quella di oggi, che
mira primariamente all’informazione: come ad esempio la
conoscenza dei piani di emergenza e delle vie di fuga, oppure
quei piccoli accorgimenti da mettere in pratica all’interno delle
proprie abitazioni per limitare i danni in caso di terremoto.
ARC/GG/PPD

Powered by WPeMatico

facebook
988