PopSockets

Protesta Taxi in Italia. La situazione

taxi-2
23 Gennaio 2012 – Lo sciopero dei tassisti oggi ha coinvolto quasi tutte le città italiane con il blocco del servizio – tranne le emergenze o l’accompagnamento di anziani e disabili – cortei e manifestazioni. A Roma, come la scorsa settimana, il concentramento dei tassisti è stato al Circo Massimo, dove, da un palco, sono intervenuti numerosi sindacalisti. Nel pomeriggio le rappresentanze dei tassisti incontreranno capigruppo al Senato e Camera del Pdl. Domani alle 13.30, si svolgerà invece l’ incontro tra i sindacati dei tassisti ed i capigruppo di Camera e Senato del Partito Democratico. Ad annunciarlo il segretario di Unica-Cgil Taxi, Nicola Di Giacobbe, a margine della manifestazione dei tassisti al Circo Massimo. “Stiamo scrivendo un documento al sindaco Alemanno – ha aggiunto – per chiedere l’autorizzazione allo scioglimento dei turni, auspicando che i sindacati rimangano compatti”. L’assemblea dei tassisti romani si è espressa favorevole a grande maggioranza su questa proposta. Monti come Dracula, con tanto di ritratto del Professore con canini aguzzi e grondanti sangue. Così i tassisti in sciopero oggi a Roma vedono il presidente del Consiglio, immortalato in un cartello appeso sul lunotto posteriore di un’auto bianca parcheggiata al Circo Massimo. In attesa di nuove notizie e dell’esito dell’incontro tra sindacati e capigruppo di Camera e Senato del Pdl, che si svolgerà a Palazzo Madama, i manifestanti prendono di mira il governo tra battute e striscioni: “Monti come Schettino ha sbagliato manovra”, hanno gridato i tassisti dal palco mentre su uno striscione uno di loro ha citato l’invito di De Falco al capitano della Costa Concordia, Schettino: ‘Pdl, risali a bordo, c…!’. Tra gli altri striscioni portati in piazza ‘Cedesi quota di casta per posto statale o comunale’, ‘Il Nobel per l’economia a Monti, il Nobel per la fame ai tassistì. Intanto i sindaci hanno chiesto di non essere espropriati della possibilità di decidere sulla materia: l’Anci, per bocca del presidente, Graziano Delrio, respinge con forza qualsiasi tentativo di “ricentralizzare” le decisioni su questo argomento. E il Codacons ha reso noti i risultati di un sondaggio dal quale è emerso che “l’83% dei cittadini della capitale non ha riscontrato alcun danno dallo sciopero dei tassisti, e non ha avuto alcun problema nell’utilizzo dei mezzi pubblici”. “Gli unici ad aver patito la serrata – spiega l’associazione – sono i turisti in arrivo a Roma e chi doveva raggiungere la città dall’aeroporto di Fiumicino. Paradossalmente lo sciopero dei tassisti ha prodotto vantaggi alla città sul fronte dell’inquinamento, grazie al minor numero di automobili circolanti, e ha determinato un incremento degli introiti dell’Atac. A questo punto – conclude l’associazione – ben vengano gli scioperi dei tassisti!

facebook

Lascia un commento

512