Protezione civile: attese precipitazioni consistenti, allarme allagamenti scantinati

maltempo-fvg-5
La Protezione civile regionale ha segnalato che stanno giungendo in queste ore alla Sala operativa di Palmanova numerose richieste di intervento per far fronte ad infiltrazioni d’acqua, soprattutto in scantinati e garage, a causa all’ innalzamento del livello della falda freatica dovuto alle intense precipitazioni di questi giorni. Precisando che il fenomeno potrebbe durare nelle prossime settimane, la Protezione civile invita i proprietari a liberare i locali a rischio di allagamento da materiali deteriorabili valutando l’opportunità di dotare i locali di pozzetti di drenaggio e pompe di sollevamento per contenere la risalita delle acque. I comuni a rischio sono Aiello del Friuli, Arzene, Bagnaria Arsa, Bertiolo, Camino al Tagliamento, Campolongo Tapogliano, Castions di Strada, Codroipo, Cordenons, Fontanafredda, Gonars, Monfalcone, Palmanova, Polcenigo, Porcia, Pordenone, Ronchi dei Legionari, Roveredo in Piano, Ruda, San Canzian d’Isonzo, San Giorgio della Richinvelda, San Martino al Tagliamento, San Vito al Tagliamento, San Vito al Torre, Staranzano, Talmassons, Turriaco, Valvasone, Visco e Zoppola.

Sono caduti 10-20 cm di nuova neve a occidente, 30-40 cm a oriente; il manto nevoso, in particolare sotto i 1700-1800 m sta subendo un lento consolidamento; sopra tali quote sono ancora presenti accumuli instabili. Dunque, sono possibili distacchi spontanei di valanghe, anche di medie dimensioni, lungo i percorsi abituali in tutte le esposizioni. Lo riporta il Bollettino valanghe del Corpo Forestale della Regione Fvg precisando che il grado di pericolo è 3 (marcato). Il distacco provocato di lastroni può avvenire anche con debole sovraccarico sui pendii ripidi sopra i 1800 m., prosegue il Bollettino. Alcuni fenomeni potranno interessare la viabilità soggetta a pericolo di valanghe. Sono ovunque possibili valanghe da reptazione dovute al notevole carico di neve, che potranno anche risultare di grandi dimensioni.

Nelle prossime ore attese precipitazioni consistenti sul Centro-Nord. Lo prevede un nuovo avviso meteo della Protezione civile, che segnala una perturbazione in transito. In particolare, temporali e forti raffiche di vento sono attesi nel Lazio. Sulla base dei fenomeni previsti il Dipartimento ha valutato per oggi e domani criticità ‘rossa’ (il livello più alto) per rischio idraulico sulle zone vallive e pianeggianti dei bacini del Veneto. Domani la criticità è invece ‘arancione’ per il Friuli Venezia Giulia, i settori costieri del Veneto e buona parte dell’Emilia Romagna

507