Provincia di Udine: in restauro Palazzo Belgrado

palazzo belgrado
Palazzo Belgrado si rifà il look. Sono partiti i lavori di restauro conservativo delle facciate della principale sede della Provincia nel capoluogo friulano che si compone appunto di palazzo Belgrado e del palazzo, ex residenza del prefetto, ora sede degli Uffici ambiente dell’amministrazione provinciale. I lavori, pari a un importo di circa 240 mila euro, saranno conclusi, condizioni meteorologiche permettendo, in 90 giorni. Trattandosi di palazzo storico, sentito anche il parere della Soprintendenza ai beni ambientali e culturali, i lavori riguarderanno le pulizie delle parti lapidee e il ripristino degli intonaci nonché le tinteggiature finali.
«La Provincia di Udine – ha commentato il presidente on. Pietro Fontanini – ha la fortuna di essere ospitata in uno dei palazzi più belli del capoluogo friulano: Palazzo Antonini Belgrado. Un palazzo che rappresenta il cuore del governo e della gestione di una Provincia attiva e presente nella realtà quotidiana dei cittadini. È una dimora illustre anche per l’arte di cui si orna e ne sono testimonianza i preziosi affreschi di Giulio Quaglio, nonché le opere contemporanee che vi sono ospitate. Tale patrimonio – ha continuato – è a disposizione di tutti coloro i quali volessero visitarlo».
L’intervento, progettato dal Servizio edilizia della Provincia ed eseguito dall’azienda Valerio Sabinot di Basiliano, riguarda dunque le tinteggiature esterne, le pulizie dei decori e degli ornamenti in pietra, delle pitture, delle opere in ferro esterne di fronte piazza Patriarcato e viale Ungheria di Palazzo Belgrado, gli Uffici Ambiente (ex Prefetto) e la porzione di fabbricato ex Zanolli. Dopo l’allestimento del ponteggio, sono previste le operazioni di lavaggio, sverniciatura, ripristino di cornicioni e colonne, demolizioni di intonaci, pulitura di balaustre e riquadri in pietra, ricostruzione degli intonaci, rasatura e posa di un fondo ai silicati, la tinteggiatura, il trattamento delle zone interessate da umidità di risalita e la coloritura delle opere in ferro. Per Palazzo Belgrado è previsto anche il rifacimento della copertura riguardante le falde lato ovest e sud con rifacimento dell’impermeabilizzazione che in vari punti presenta problemi di infiltrazioni. Le opere consistono nell’asportazione dell’attuale manto di copertura in coppi, nella posa di una nuova guaina in poliestere, nel ricollocamento del manto di copertura, nell’asportazione dell’impianto di captazione scariche atmosferiche esistente per il periodo di del rifacimento copertura e la successiva ricollocazione a lavori ultimati, nel ripristino della canna fumaria, nonché della rasatura con inserimento di rete plasticata ed intonaco.

Lascia un commento

842