Raduno interregionale dei Bersaglieri

Hanno preso il via il 2 giungo a Pordenone le iniziative legate al Raduno interregionale dei Bersaglieri, che si concluderà domenica 25 giugno con la tradizionale parata lungo le vie del centro città.

» Consulta il programma

«Il sindaco Alessandro Ciriani e la Giunta intera – commenta vicesindaco Eligio Grizzo – sono particolarmente orgogliosi di ospitare questo raduno, poiché la città ha un profondo legame storico con il Bersaglieri. Abbiamo lavorato in sinergia per offrire alla città un evento di grande significato, per favorire la partecipazione della popolazione e per supportare l‘organizzazione logistica dell’Associazione impegnata a predisporre un variegato programma».

Il presidente regionale dell’Associazione Bersaglieri gen. Giuseppe Iacca ha evidenziato le motivazioni per cui il Raduno è stato promosso a Pordenone: per ricordare il sacrificio dei caduti che con il loro sangue hanno bagnato le terre del Friuli e del Veneto e perché il corpo dei Bersaglieri, ben presente e radicato in questi territori, ha partecipato all’intero percorso storico che ha portato alla fondazione della Repubblica Italiana. Inoltre, si vuol celebrare con questo evento anche il 110° anniversario dell’istituzione della sezione pordenonese del corpo, una delle prime in Italia.

Le manifestazioni si sono aperte già lo scorso 2 giugno con il Concerto cremisi “Viva la Repubblica” all’auditorium Concordia. Sabato 10 giugno inoltre è stata inaugurata la “Mostra storica” allestita nelle sale espositive della già Provincia in Corso Garibaldi.

Sabato 17 alle 20.00 all’hotel Moderno è in programma una Serata cremisi di beneficenza, con raccolta di fondi da destinare alle zone terremotate del centro Italia.

Domenica 18 giugno a partire dalla 10.00 in piazzale Ellero, Commemorazione dei Caduti e consegna di medaglie commemorative. E alle 20.30 in piazza XX Settembre Concerto celebrativo per trombe soliste “La variata di Pordenone”.

Il ricco programma continua in altre giornate con Conferenze, concerti, manifestazioni sportive di ciclismo e di tiro a segno, visite nelle caserme del territorio e il pellegrinaggio al sacrario di Redipugli.

Sabato 24 giugno alle 21.00 al Teatro Verdi Gran Concerto di Fanfara e Orchestra, dove interverrà anche il celebre percussionista Tulio De Piscopo che a Pordenone ha fatto il Bersagliere. Come per tutte le manifestazioni in programma, l’ingresso al Gran concerto è gratuito, ma ci si dovrà munire di un biglietto omaggio da richiedere alla biglietteria del teatro il 22 e 23 giugno e non oltre i le 20.30 del 24 giugno.

Il momento culminante e conclusivo del Raduno sarà celebrato domenica 25 giugno a partire dalle 10.00  con la cerimonia ufficiale e la tradizionale parata e saluto alla città di corsa. I Bersaglieri, alternando il passo con la corsa, dalla zona di ammassamento in viale Martelli, sfileranno lungo viale Cossetti, viale Trieste, via Cavallotti, viale Dante, nuovamente in viale Cossetti. Lo scioglimento avverrà in piazzetta Cavour.

Hanno preso il via il 2 giungo a Pordenone le iniziative legate al Raduno interregionale dei Bersaglieri, che si concluderà domenica 25 giugno con la tradizionale parata lungo le vie del centro città.

» Consulta il programma

«Il sindaco Alessandro Ciriani e la Giunta intera – commenta vicesindaco Eligio Grizzo – sono particolarmente orgogliosi di ospitare questo raduno, poiché la città ha un profondo legame storico con il Bersaglieri. Abbiamo lavorato in sinergia per offrire alla città un evento di grande significato, per favorire la partecipazione della popolazione e per supportare l‘organizzazione logistica dell’Associazione impegnata a predisporre un variegato programma».

Il presidente regionale dell’Associazione Bersaglieri gen. Giuseppe Iacca ha evidenziato le motivazioni per cui il Raduno è stato promosso a Pordenone: per ricordare il sacrificio dei caduti che con il loro sangue hanno bagnato le terre del Friuli e del Veneto e perché il corpo dei Bersaglieri, ben presente e radicato in questi territori, ha partecipato all’intero percorso storico che ha portato alla fondazione della Repubblica Italiana. Inoltre, si vuol celebrare con questo evento anche il 110° anniversario dell’istituzione della sezione pordenonese del corpo, una delle prime in Italia.

Le manifestazioni si sono aperte già lo scorso 2 giugno con il Concerto cremisi “Viva la Repubblica” all’auditorium Concordia. Sabato 10 giugno inoltre è stata inaugurata la “Mostra storica” allestita nelle sale espositive della già Provincia in Corso Garibaldi.

Sabato 17 alle 20.00 all’hotel Moderno è in programma una Serata cremisi di beneficenza, con raccolta di fondi da destinare alle zone terremotate del centro Italia.

Domenica 18 giugno a partire dalla 10.00 in piazzale Ellero, Commemorazione dei Caduti e consegna di medaglie commemorative. E alle 20.30 in piazza XX Settembre Concerto celebrativo per trombe soliste “La variata di Pordenone”.

Il ricco programma continua in altre giornate con Conferenze, concerti, manifestazioni sportive di ciclismo e di tiro a segno, visite nelle caserme del territorio e il pellegrinaggio al sacrario di Redipugli.

Sabato 24 giugno alle 21.00 al Teatro Verdi Gran Concerto di Fanfara e Orchestra, dove interverrà anche il celebre percussionista Tulio De Piscopo che a Pordenone ha fatto il Bersagliere. Come per tutte le manifestazioni in programma, l’ingresso al Gran concerto è gratuito, ma ci si dovrà munire di un biglietto omaggio da richiedere alla biglietteria del teatro il 22 e 23 giugno e non oltre i le 20.30 del 24 giugno.

Il momento culminante e conclusivo del Raduno sarà celebrato domenica 25 giugno a partire dalle 10.00  con la cerimonia ufficiale e la tradizionale parata e saluto alla città di corsa. I Bersaglieri, alternando il passo con la corsa, dalla zona di ammassamento in viale Martelli, sfileranno lungo viale Cossetti, viale Trieste, via Cavallotti, viale Dante, nuovamente in viale Cossetti. Lo scioglimento avverrà in piazzetta Cavour.

Powered by WPeMatico

644

Raduno interregionale dei Bersaglieri

Hanno preso il via il 2 giungo a Pordenone le iniziative legate al Raduno interregionale dei Bersaglieri, che si concluderà domenica 25 giugno con la tradizionale parata lungo le vie del centro città.

» Consulta il programma

«Il sindaco Alessandro Ciriani e la Giunta intera – commenta vicesindaco Eligio Grizzo – sono particolarmente orgogliosi di ospitare questo raduno, poiché la città ha un profondo legame storico con il Bersaglieri. Abbiamo lavorato in sinergia per offrire alla città un evento di grande significato, per favorire la partecipazione della popolazione e per supportare l‘organizzazione logistica dell’Associazione impegnata a predisporre un variegato programma».

Il presidente regionale dell’Associazione Bersaglieri gen. Giuseppe Iacca ha evidenziato le motivazioni per cui il Raduno è stato promosso a Pordenone: per ricordare il sacrificio dei caduti che con il loro sangue hanno bagnato le terre del Friuli e del Veneto e perché il corpo dei Bersaglieri, ben presente e radicato in questi territori, ha partecipato all’intero percorso storico che ha portato alla fondazione della Repubblica Italiana. Inoltre, si vuol celebrare con questo evento anche il 110° anniversario dell’istituzione della sezione pordenonese del corpo, una delle prime in Italia.

Le manifestazioni si sono aperte già lo scorso 2 giugno con il Concerto cremisi “Viva la Repubblica” all’auditorium Concordia. Sabato 10 giugno inoltre è stata inaugurata la “Mostra storica” allestita nelle sale espositive della già Provincia in Corso Garibaldi.

Sabato 17 alle 20.00 all’hotel Moderno è in programma una Serata cremisi di beneficenza, con raccolta di fondi da destinare alle zone terremotate del centro Italia.

Domenica 18 giugno a partire dalla 10.00 in piazzale Ellero, Commemorazione dei Caduti e consegna di medaglie commemorative. E alle 20.30 in piazza XX Settembre Concerto celebrativo per trombe soliste “La variata di Pordenone”.

Il ricco programma continua in altre giornate con Conferenze, concerti, manifestazioni sportive di ciclismo e di tiro a segno, visite nelle caserme del territorio e il pellegrinaggio al sacrario di Redipugli.

Sabato 24 giugno alle 21.00 al Teatro Verdi Gran Concerto di Fanfara e Orchestra, dove interverrà anche il celebre percussionista Tulio De Piscopo che a Pordenone ha fatto il Bersagliere. Come per tutte le manifestazioni in programma, l’ingresso al Gran concerto è gratuito, ma ci si dovrà munire di un biglietto omaggio da richiedere alla biglietteria del teatro il 22 e 23 giugno e non oltre i le 20.30 del 24 giugno.

Il momento culminante e conclusivo del Raduno sarà celebrato domenica 25 giugno a partire dalle 10.00  con la cerimonia ufficiale e la tradizionale parata e saluto alla città di corsa. I Bersaglieri, alternando il passo con la corsa, dalla zona di ammassamento in viale Martelli, sfileranno lungo viale Cossetti, viale Trieste, via Cavallotti, viale Dante, nuovamente in viale Cossetti. Lo scioglimento avverrà in piazzetta Cavour.

Powered by WPeMatico

645