Ragazzine confessano “Lo abbiamo ucciso insieme”

“Lo abbiamo ucciso insieme, contemporaneamente”. E’ l’ammissione che le due ragazzine hanno fatto davanti ai carabinieri della Compagnia di Pordenone la notte scorsa. Tra le due, secondo quanto si è appreso, nelle dichiarazioni rese spontaneamente, non c’é stato alcun rimpallo di responsabilità e hanno confermato di aver agito insieme.
I Carabinieri, che hanno proceduto al fermo, stanno in queste ore verificando i passaggi della ricostruzione fornita. Le due ragazzine, nonostante l’abbigliamento da normali teenager, secondo quanto si apprende, sembrano molto più grandi dell’età che hanno. Nessuna ipotesi di reato viene contestata per il momento ai due amici che hanno accompagnato le ragazze a costituirsi a Pordenone. Gli investigatori dovranno chiarire il motivo per cui le ragazze si sono allontanate da Udine senza chiedere lì i soccorsi e denunciando l’aggressione. Le due minorenni hanno trascorso una notte agitata e sono state subito affiancate da uno psicologo. Hanno anche dichiarato ai carabinieri che non era la prima volta che la vittima offriva loro passaggi in auto, specificando che prima di ieri non hanno mai temuto per la loro incolumità.

834