PopSockets

Ragazzo 24enne si uccide. L’aveva annunciato su Facebook

facebook3
Ha annunciato su Facebook il suo “spettacolare suicidio”, poi si è ucciso, tra le cime innevate della Carinzia, lanciandosi da un viadotto dell’autostrada. Sul social network non ha però “raccontato” il motivo della sua tragica decisione e un poliziotto ha detto che non sono state trovate lettere esplicative. Così la morte di un ragazzo di 24 anni, friulano di Fusine di Valromana (nel comune di Tarvisio) lascia una miriade di punti interrogativi. L’informazione è arrivata ieri, nel tardo pomeriggio, ed è stata la polizia austriaca a parlarne senza rivelare il nome del giovane, come riferisce da Vienna la France Presse. La polizia ha sottolineato invece, la “particolarità dell’incidente”, avvenuto ad Haimburg, località della Carinzia a sud-ovest di Vienna, confinante con il Friuli Venezia Giulia. “Spettacolare” il suicidio lo è stato davvero. Ma le motivazioni alla base della decisione preannunciata dal 24enne su Facebook sono per ora misteriose. E non è possibile sapere se la spettacolarizzazione della sua morte dovesse veramente realizzarsi così come è avvenuto. La polizia austriaca ha riferito che il ragazzo è arrivato a bordo di una Peugeot ad un normale posto di blocco e gli è stato fatto segno di fermarsi. La vettura però non ha accennato a rallentare, ha anzi accelerato dandosi alla fuga. Ne è nato un inseguimento a sirene spiegate, con l’auto della polizia a cercare di fermare l’autovettura che a grande velocità sfrecciava sull’autostrada A-2. Poi l’imprevedibile e rapidissimo epilogo: l’auto in fuga che si arresta di colpo su un calcavia, il ragazzo che spalanca la portiera ed esce di furia dall’automezzo, si precipita verso il bordo del ponte, scavalca il parapetto e si lancia nel vuoto. Un volo di oltre 50 metri che non gli lascia scampo. Inutili i soccorsi, che pure hanno tentato di raggiungerlo il più presto possibile. E poche spiegazioni anche dalla polizia. Una sola indiscrezione è stata fatta filtrare e dice che il 24enne era in possesso di documenti contraffatti. Se fosse vero e, in questo caso, se li avesse addosso o se fossero in auto oppure in un altro posto, non è stato precisato. Restano dunque i dubbi, e la necessità di capire qualcosa di più oltre al messaggio postato su Facebook. Forse alcune risposte verranno quando sarà resa nota la sua identità. (ANSA).

facebook

Lascia un commento

488