Aperitivo a Grado

Rally delle Valli Pordenonesi – 3/4 ott

facebook

Ha un nome e cognome il principale favorito dell’11. Rally delle Valli Pordenonesi e Piancavallo: Claudio De Cecco. Il pilota di Manzano, che ad agosto si è aggiudicato la Ronde Piancavallo, ha inviato l’iscrizione con la Peugeot 206 Wrc della sua Friulmotor, lanciando un messaggio chiaro a tutti: torno per vincere. Per lui parla un curriculum di 60 successi, tra cui la conquista del titolo italiano “privati” nel ’99 e il doppio trionfo al Valli 2002 e 2003. Non sarà facile trovargli degli avversari su “world rally car”, tanto più adesso dopo l’esito del Fabaria di Agrigento vinto da Felice Re davanti a Marco Silva. Re si è così riappropriato del Trofeo Rally Asfalto dopo un anno d’interregno del suo rivale. Entrambi non saranno al via del Valli Pordenonesi. “Mi spiace moltissimo dover rinunciare a una delle gare più belle e ricche di tradizione – spiega Silva -. L’anno scorso fu diverso perché avevo un budget più consistente a disposizione. Stavolta non è così e devo dare l’arrivederci alla prossima volta”. A contrastare De Cecco dovrà pensarci soprattutto il comasco Paolo Porro su Ford Focus Wrc, terzo in campionato, autore di ottime prestazioni al Marca, San Martino di Castrozza e Oltrepò. Già assegnata anche la Coppa Csai di Gruppo N al siciliano Alfonso Di Benedetto, ma i giochi sono ancora aperti per la Castrol Evo Cup Mitsubishi e al Valli sarà scontro diretto tra il trevigiano Alessandro Bruschetta e il campano Antonio Pascale (l’anno scorso vincitore della Colt Cup Mitsubishi), che possono lottare anche per il podio assoluto.
SPETTACOLO. Confidando comunque in una larga partecipazione di concorrenti, Automobile Club Pordenone e Fuoristrada Club 4×4 stanno rifinendo i dettagli di un’edizione super, con la novità della prova speciale spettacolo a Maniago (2. Memorial Claudio Turatti) di venerdì sera 3 ottobre. Start della prima macchina alle 18 in punto, con inversione dell’ordine di partenza rispetto ai numeri di gara. Così per ultimi scenderanno in pista i piloti con le vetture più potenti.
TRE PER TRE. Formula collaudata per il programma di sabato 4 ottobre. Tre prove speciali da ripetere tre volte. Ps 2/5/8 “Pielungo” di 22 km, che attraversa i comuni di Vito D’Asio, Clauzetto, Tramonti di Sotto e Meduno. Ps 3/6/9 “Navarons” di 3,91 km, da Meduno verso Frisanco e Poffabro. Ps 4/7/10 “Piancavallo” di 14,69 km, dal lungolago di Barcis a Col Alto di Piancavallo, salendo lungo la Val Caltea.
I MOSCHETTIERI. Poche storie. Se “D’Artagnan” è Luca Rossetti, i “tre moschettieri” sono Michele Doretto, Fabrizio Martinis ed Enrico Zille. Tre piloti in grado di catalizzare il tifo pordenonese, giostrando da protagonisti nelle rispettive classi. Da segnalare l’attivismo di Mrc Sport, la scuderia di Brugnera che ha già iscritto sei equipaggi nella gara di casa.

422