Webcam

Rapporto banche-imprese: il road show di BNL fa tappa a Udine

IMG_1838
Ha fatto tappa questo pomeriggio anche a palazzo Torriani, sede di Confindustria Udine, il road show di BNL Gruppo BNP Paribas dal titolo “In un mondo che cambia, l’importanza della consapevolezza finanziaria e la fiducia nelle banche” dedicato a privati, famiglie, imprenditori, professionisti e consulenti per aiutarli a comprendere ed approfondire le nuove normative europee in ambito bancario e finanziario e a compiere, con fiducia e grazie alla vicinanza dei team di esperti della Banca, scelte finanziarie condivise e consapevoli, per realizzare progetti di vita e professionali in un contesto sociale ed economico in continua evoluzione.

“Questo – ha evidenziato Michele Bortolussi, Vice-Presidente vicario di Confindustria Udine nonchè presidente di Confidi Friuli – vuole essere solo il primo di una serie di incontri tematici su una corretta gestione finanziaria d’impresa in collaborazione con BNL Gruppo BNP Paribas con cui, tra l’altro, abbiamo individuato anche nuove convenzioni e nuove linee di credito a disposizione delle imprese associate a Confindustria Udine”.

“Con questa iniziativa – ha proseguito Antonio Schiavo, Direttore Territoriale Nord Est BNL Gruppo BNP Paribas, confermiamo il nostro essere azienda sempre più vicina al territorio, per accompagnarne evoluzioni e nuovi bisogni, cui rispondere in modo concreto e competente. Con i clienti, BNL punta a costruire, giorno per giorno, un rapporto di fiducia e partnership e, anche grazie all’appartenenza ad un gruppo globale solido come BNP Paribas, mette a disposizione sia professionisti di consolidata esperienza sia soluzioni innovative riconosciute e premiate a livello nazionale ed internazionale”.

L’incontro, moderato dal giornalista Stefano Righi del Corriere della Sera, è poi entrato nel vivo con gli interventi di Giovanni Ajassa, Responsabile Servizio Studi BNL Gruppo BNP Paribas, Stefano Miani, Professore Ordinario di Economia degli Intermediari Finanziari dell’Università di Udine, e Stefano Ricchieri, Direttore Area Triveneto Est BNL Gruppo BNP Paribas.

Secondo Ajassa, “lo scenario di questo avvio del 2016 non è caratterizzato solo da volatilità e rischi che ci sono, a livello globale come locale, ma anche da risorse ed opportunità da sfruttare per dare tono e spessore alla ripresa economica. Parlando di Udine – ha affermato Ajassa – valga solo rammentare le ricadute positive della riapertura dei rapporti di lavoro delle imprese del territorio con l’Iran. Nei primi tre trimestri del 2015 l’export della provincia di Udine verso l’Iran non è arrivato ai dieci milioni, mentre superava abbondantemente i cento milioni di euro ancora nel 2006. Oggi le notizie di nuovi contratti ci fanno ben sperare. Lo scenario è anche questo: rischi, ma pure opportunità. La via virtuosa della ripresa rimane la stessa: innovazione, internazionalizzazione, investimenti, capacità di diversificare per mercati e settori in modo da poter crescere in uno scenario che rimarrà ad alta volatilità. Del resto, le imprese di Udine lo sanno, visto che, nonostante le tante difficoltà, hanno saputo riportare l’export della provincia ad un flusso annuo che nei quattro trimestri terminanti a settembre 2015 è tornato al di sopra dei cinque miliardi di euro, risollevandosi da un punto minimo che nel periodo più oscuro della crisi si era collocato intorno ai 4 miliardi di euro”.

Dal canto suo, il professor Stefano Miani ha evidenziato come la fiducia negli istituti di credito sia determinata dalle logiche strategiche che una banca intenda perseguire con la propria clientela: “Se punta a un rapporto fidelizzato a lungo termine deve fare in modo che il cliente sia sempre soddisfatto; se adotta invece la logica del ‘mordi e fuggi’ pure il cliente si guarderà in giro per cercare le condizioni e le opzioni più vantaggiose e potrebbero originarsi anche situazioni conflittuali”.

Stefano Ricchieri, Direttore Area Triveneto Est di BNL Gruppo BNP Paribas ha concluso i lavori ricordando che “nella gestione del risparmio e degli investimenti, la professionalità della banca è l’elemento fondante di un rapporto con il cliente duraturo e di fiducia reciproca. Incontri come quello di oggi nascono da queste convinzioni”.

L’appuntamento di Udine si inserisce nell’ambito dell’iniziativa BNL “Investire Consapevolmente”, lanciata da qualche giorno, con la quale la Banca punta a coinvolgere le più diverse e qualificate professionalità in incontri su argomenti che toccano sia il quotidiano sia le progettualità delle persone. Gli appuntamenti prevedono gli interventi di rappresenti del mondo accademico, delle associazioni imprenditoriali e artigianali, Caf locali, Istituzioni ed Enti.
Sono in programma eventi, nel corso 2016, su tutto territorio nazionale e si affronteranno, oltre a risparmio ed investimento, argomenti legati all’internazionalizzazione delle imprese e alla valutazione e gestione del credito.

facebook
829