Aperitivo a Grado

Regionali 2013: Illy “non mi candido”

facebook

“Ho proposto la mia disponibilità con spirito di servizio e senza alcuna forma di ambizione personale perché in cima ai miei valori sta il bene comune. Non vedo un nuovo impegno politico né in Friuli Venezia Giulia né in Parlamento, e nemmeno al governo. Resterò alla guida del nostro gruppo industriale”. Intervistato dal Gazzettino, Riccardo Illy smentisce così un suo ritorno in politica. A livello regionale, per Debora Serracchiani “ho un pregiudizio favorevole, tuttavia mi riservo la libertà di decidere più avanti. Occorre valutare, oltre la persona, anche il programma e la coalizione”, dice l’ex governatore del Friuli. Sul piano nazionale, invece, “parlare nel centrosinistra di coalizioni allargate è illusorio, mettere insieme Vendola e l’Udc significa declinare il diavolo con l’acqua santa”, sostiene Illy. “Inoltre con l’attuale legge elettorale la formula di Renzi è l’unica che possa fare la differenza. Renzi non parte dalla coalizione, ma dal programma”.

276