Bearzi

REL.INTERNAZIONALI: TORRENTI,FVG CENTRALE NEI RAPPORTI ITALIA-SLOVENIA

Trieste, 28 giu – “La presenza del Presidente della Repubblica
Sergio Mattarella, venerdì scorso a Lubiana, alla cerimonia
solenne con la quale la Repubblica di Slovenia ha celebrato il
25° anniversario della propria indipendenza, è un’evidente
testimonianza dell’amicizia e della vicinanza che legano l’Italia
alla Slovenia. In questo rapporto di stretta fratellanza il
Friuli Venezia Giulia ricopre, e intende farlo ancora di più, un
ruolo fondamentale”.

E’ il messaggio dell’assessore regionale alla Cultura, Gianni
Torrenti, in occasione del ricevimento organizzato a Trieste
dalla console generale della Repubblica di Slovenia, Ingrid
Sergas, nella ricorrenza del “Dan drzavnosti”, la festa nazionale
slovena a ricordo del 25 giugno 1991, quando il Parlamento di
Lubiana approvò la Dichiarazione d’indipendenza.

Sottolineando come in questo primo quarto di secolo la Slovenia
ha ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali, quali
l’adesione all’Unione europea nel 2004 e l’entrata nell’area di
Schengen tre anni dopo, Torrenti ha evidenziato i numerosi ambiti
nei quali il Friuli Venezia Giulia e la Slovenia hanno impostato
un’ampia rete di collaborazioni. In particolare, ricorda
l’assessore, la Regione e la vicina Repubblica hanno istituito il
Comitato congiunto, in seno al quale sono stati individuati
numerosi percorsi di cooperazione in diversi settori, quali
Ambiente, Sanità, Turismo, Energia, Trasporti, Università,
Ricerca e Cultura.

“Quanto sia fitta questa rete di rapporti è emerso in occasione
della riunione plenaria, a maggio a Nova Gorica, alla presenza
della presidente della Regione Debora Serracchiani e del ministro
degli Esteri Karl Erjavec”, ha aggiunto l’assessore.

“A quest’intensa attività bilaterale si unisce anche la
collaborazione in diverse altre iniziative di carattere
transfrontaliero e transnazionale, ad esempio all’interno della
Strategia europea per la Regione alpina (Eusalp) o nell’ambito
della Strategia Adriatico-Ionica, dove la nostra Regione e la
Slovenia sono impegnate in progettualità all’insegna della
crescita intelligente, dello sviluppo sostenibile e della più
ampia collaborazione a livello macro-regionale”.

Infine, Torrenti ha ribadito il ruolo centrale delle minoranze,
quella italiana in Slovenia e quella slovena in Italia, che
“agiscono da ponte e rafforzano ulteriormente gli ottimi rapporti
transfrontalieri”.
ARC/PV/RM

Powered by WPeMatico

facebook
420