Rennes-Udinese: Guidolin, ” decisiva solo se vinciamo”

rennes udineseRennes 29 novembre 2011 – La nota più sorprendente della conferenza stampa di Mister Guidolin  è stato il francese molto sciolto sciorinato dal tecnico bianconero. A suo agio con l’idioma e con un certo umorismo, “d’avanspettacolo” come l’ha definito lui. Così ha risposto alle domande della stampa nell’incontro di rito prima della partita i francesi.

Si tratta di una partita diversa, perchè ne mancano solo due, ma comunque non è decisiva. Cambierò rispetto alle altre sfide di Europa League. Farò ancora un po’ di turn over, ma non la vedo decisiva. O meglio, è decisiva solo se la vinciamo noi. Se perdiamo siamo ancora in corsa.

Il rennes mette in difficoltà tutte le squadre francesi anche le più forti, che sono meglio di noi. Sono aggressivi, dinamici e di qualità. Cercheremo di fare bene.

Domani noi puntiamo a fare punti se è possibile.

Restiamo umili, ma siamo ambiziosi. Questo è il pensiero del presidente, che credo di sintetizzare bene, e il nostro modo di procedere. Dentro di noi coltiviamo ambizioni, ma non illudiamo nessuno. Non facciamo proclami, calma e tranquillità. Restiamo sereni

Il fatto che alla partita assisterà anche Michel Platini può essere un ulteriore stimolo per i ragazzi, anche se buona parte di loro non l’hanno mai visto giocare perchè erano troppo piccoli o nemmeno nati. Noi però dobbiamo avere tanti stimoli, perchè è una partita importante e ci sono punti in palio.

Il fatto che in casa abbiamo un rendimento migliore, sia in Italia che in Europa, non è facile da spiegare. In Europa però abbiam fatto solo due partite e in campionato qualcosa di più. C’è da dire però che se avessimo fatto in campionato bene pure in trasferta saremmo primi in classifica. Non siamo mica la squadra più forte del campionato italiano!

Ha preso poi la parola Benatia:

Mi fa piacerere venire a giocare  in Francia con una squadra importante come l’Udinese. La pagina della mia carriera in Francia è stata girata e ora penso a Udine. Domani sarà molto importante.

Il fatto che manchi M’vila è un vantaggio per noi, anche se il Rennes rimane sempre una grande squadra. Come ha detto il mister  se domani vinciamo è decisivo, perchè chiudiamo la qualificazione, quindi proviamo a vincere.

Quando ero piccolo avevo la possibilità di andarmene da Marsiglia e venire a giocare qui. Avevo dei problemi col ds e non  mi ha permesso il trasferimento. Poi sono andato  nelle divisioni minori, ma  per fortuna è arrivata l’Udinese ed è andata bene così.

Loro sono una bella squadra, bisogna fare attenzione al contropiede. Sono pericolosi, non bisogna lasciargli spazio. Abbiamo vista anche all’andata che è pericoloso concederglielo.

Interviene nuovamente Guidolin:

Aggiungo che il Rennes merita la classifica che ha , perchè è una delle squadre più belle della League 1.

Crredo che la dichiarazione di Pozzo sul mercato di oggi chiuda qualsiasi discorso. Io non lo apro nemmeno.
Non è finita per il Rennes, anche se è difficile per loro, ma sono ancora in gioco.

Riguardo al turn over di Antonetti (allenatore Rennes ndr)  non so cosa dire, anche perchè loro hanno una rosa importante e saranno competitivi comunque.

Nicola Angeli

465