Riminese si ferisce facendo canyoning a Forni di Sotto

Tre interventi hanno al momento tenuto impegnate le squadre del Soccorso alpino regionale, in tre diverse stazioni, Forni di Sopra, Moggio Udinese e Cave del Predil a partire dalle 12.30.

A Forni di Sotto è  scattato il primo intervento su chiamata di un gruppo di 7 turisti che stavano scendendo lungo la forra del Rio Rassie facendo canyoning. Un uomo di Rimini del 1964 si è infortunato procurandosi una sospetta frattura al bacino. Sul posto sono state inviate dalla Sores le squadre del Soccorso Alpino della stazione di Forni di Sopra, i soccorritori della Guardia di Finanza e i Vigili del Fuoco a supporto dell’elisoccorso sanitario regionale. È stata l’equipe di quest’ultimo a trattare l’infortunato e a imbarellarlo per recuperarlo a bordo con il verricello e condurlo in ospedale.

In comune di Pontebba è scattato poco dopo il primo, anche il secondo intervento non lontano da Passo Pramollo nel vallone Winkel poco sotto il Monte Madrizze. Qui a infortunarsi ad un ginocchio è stato un uomo di Buia del 1965 che non riusciva più a camminare. Era insieme ad altri tre escursionisti. Sul posto è stato inviato l’elicottero della Protezione Civile con a bordo due soccorritori della stazione di Moggio e della Guardia di Finanza di Tolmezzo prelevati a valle. Questi ultimi hanno recuperato il.ferito e un altro escursionista mentre gli altri due hanno preferito scendere a piedi. L’uomo è stato sbarcato a Passo Pramollo e di qui ha preferito essere condotto in ospedale dall’amico.


Il terzo intervento ha impegnato le squadre si Cave del Predil per soccorrere una donna lungo un sentiero sotto gli impianti del Lussari. La donna, sulla sessantina, si è procurata una distorsione alla.caviglia ed è stata raggiunta dalle squadre di terra salite in quota con il.fuoristrada in dotazione e poi condotta a valle.

705