Risse e furti nella notte a Udine. Sei arresti

Notte movimentata per gli agenti della Polizia di Stato della Sezione Volanti della Questura udinese terminata con l’arresto di sei cittadini stranieri, associati alla locale casa circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
Verso le ore 00.30 odierne due Volanti in transito ricevevano da alcuni passanti la segnalazione di una violenta rissa in atto in via Roma; precipitatisi immediatamente sul posto, gli agenti assistevano ad un veloce fuggi fuggi in diverse direzioni di alcuni stranieri, riuscendo a bloccarne 4 in via Battistig, uno dei quali ferito al capo, con perdita di sostanza ematica, con una bottiglia di vetro da due degli altri fermati.
Uno di questi aveva la maglietta completamente strappata e riferiva invece di esser stato aggredito dal primo. Nonostante le versioni contrastanti dei partecipanti, e dopo aver garantito le cure del caso al ferito, refertato presso il locale ospedale con 7 giorni di prognosi, gli agenti arrestavano per rissa aggravata i quattro stranieri, un rumeno 29enne e tre afghani di 24, 30
e 38 anni, tutti senza fissa dimora e gravati, in differente misura, da diversi precedenti penali e di polizia per reati contro la persona, il patrimonio, spaccio di stupefacenti ed inottemperanze varie agli ordini delle Autorità.

Poco prima delle ore 01.00 invece, un’altra Volante che perlustrava la zona limitrofa alla stazione ferroviaria in cerca di altri corrissanti, identificava un cittadino marocchino, 42enne senza fissa dimora, che gli riferiva di aver poco prima litigato con altra persona lì vicino e di essersi già fatto giustizia da solo. Bloccato l’uomo, gli agenti trovavano subito dopo in viale Europa Unita un cittadino italiano, con il naso tumefatto e gli abiti sporchi di
sangue, aggredito, davanti ad un testimone, dallo straniero con un bastone, e ferito al viso ed alla mandibola. Il cittadino marocchino veniva quindi tratto in arresto per lesioni aggravate.

Verso le ore 04.00 una Volante interveniva poi in via Martignacco, dove una residente aveva segnalato alla Sala Operativa della Questura una persona sospetta che scavalcava diversi muretti, passando da un giardino all’altro di alcune villette, e che nascondeva qualcosa sottobraccio. L’uomo era stato notato dalla signora già un’ora prima, quando aveva fatto abbaiare alcuni cani. Grazie alla descrizione fornita gli operatori, sul posto immediatamente, fermavano lo stesso uomo visto dalla signora, a bordo di una mountain bike bianca, della quale si cerca ora il proprietario e sicuro provento di furto, e lo trovavano con addosso sette stecche di sigarette, per un totale di 70 pacchetti. L’attività esperita nell’immediatezza
consentiva ai poliziotti di accertare che l’uomo, un cittadino pakistano 18enne senza fissa dimora, aveva appena rubato le sigarette all’interno di un’abitazione lì vicina, il cui proprietario si era sì accorto di rumori e movimenti sospetti mai pensando però che qualcuno avesse potuto accedere all’interno della propria casa. Il maltolto è stato restituito al
primo, mentre lo straniero è stato arrestato per furto in abitazione.

Si coglie l’occasione per raccomandare ai residenti di segnalare subito alla Polizia persone,rumori o movimenti sospetti, a maggior ragione in questo periodo estivo quando malintenzionati possono essere invogliati ad agire da porte e finestre aperte o socchiuse per il caldo.

687