Ritratti nella luce: workshop con il fotografo delle star Riccardo Ghilardi a Spilimbergo

Appuntamento sabato 22 agosto 2020 a Palazzo Tadea dalle ore 10.00 alle ore 18.00.

Spilimbergo, 17 agosto 2020 – Cosa significa fotografare celebrities del cinema? Quali sono le insidie per chi vuole realizzare ritratti glamour in situazioni differenti? Il Festival Le Giornate della Luce (a Spilimbergo dal 21 al 29 agosto) in collaborazione con il CRAF e con il sostegno dell’Unione Artigiani Pordenone e CATA FVG, promuove il prossimo 22 agosto dalle ore 10 alle 18 un evento formativo teorico e pratico con Riccardo Ghilardi, il fotografo delle star del cinema.

L’attività didattica prevede per la mattina un convegno dedicato allo storytelling del ritratto, con esempi di alcune delle più importanti fotografie realizzate da Ghilardi ad affascinanti artisti della pellicola, e un intervento video dell’avvocato Massimo Stefanutti, esperto in fotografia e diritto dell’immagine, sulla proprietà e l’utilizzo delle fotografie di ritratto. “Ci auguriamo che i nostri tesserati apprezzino l’organizzazione dell’evento e facciano tesoro di questa giornata – afferma il presidente dell’Unione Artigiani Pordenone Silvano Pascolo – essere presenti e partner delle Giornate della Luce e del CRAF concretizza sempre più la volontà di creare reti sinergiche per la cultura e per l’impresa”.

L’evento proseguirà nel pomeriggio con una vera sessione di shooting. Al piano terra di Palazzo Tadea Riccardo Ghilardi predisporrà un set con due soggetti d’eccezione (l’attore Rimau Grillo Ritzberger e la modella Alessia De Marchi), infine guiderà i partecipanti alla preparazione ed esecuzione dello scatto, ciascuno con la propria fotocamera ma con l’ausilio di luci, flash e fondali professionali a disposizione di tutti : “Si tratta di un set con un equipaggiamento specialistico – afferma il direttore del CRAF Alvise Rampini – ma come sappiamo, non sempre è possibile disporre di sofisticate attrezzature, trasportarle in viaggio o in particolari situazioni”.

Il CRAF ha scelto di coinvolgere uno dei suoi collaboratori, Igor Londero, per insegnare agli iscritti come ricreare anche un set performante con pochi ed economici elementi: “Cosi com’è strutturato, il workshop mostra contesti di lavoro diversi e con differenti approcci, è una vera opportunità per tutti – conclude- i partecipanti a rotazione potranno dunque seguire le due postazioni e farsi aiutare dai docenti per la configurazione della propria fotocamera”.

Sarà possibile effettuare l’iscrizione all’evento fino ad esaurimento posti scrivendo all’indirizzo mail [email protected] mentre la quota d’iscrizione (50 euro) potrà essere versata all’ingresso del workshop.

In occasione del Festival, alcuni dei ristoranti spilimberghesi proporranno un menù a tema (la quota di partecipazione al corso comprende anche la formula del pranzo in centro storico): “Questa manifestazione coinvolge profondamente la città di Spilimbergo – afferma il coordinatore Donato Guerra dell’Associazione Il Circolo – il workshop in questo particolare momento di crisi post-lockdown vuole essere un’opportunità di formazione e rilancio dei nostri gioielli turistici”.

622