Udine

Robin Hood 20Il Teatro Zancanaro si trasformerà giovedì 18 febbraio alle 21, nella foresta di Sherwood e Manuel Frattini vestirà i panni del leggendario Robin Hood.Robin Hood”, musical che nella scorsa stagione ha fatto segnare il tutto esaurito nei principali teatri italiani, arriverà nel circuito ERT per una replica all’interno della stagione di prosa di Sacile. Protagonista di questo spettacolo firmato da Beppe Dati, è, come detto, Manuel Frattini, incontrastata star del genere in Italia (è già stato “Pinocchio” e “Peter Pan”). Con lui sul palco, diretti da  Christian Ginepro, ci saranno anche, tra gli altri, Valeria Monetti, Mimma Lovoi, Lello Abate e Simone Sibillano. Per la stagione dello Zancanaro si tratta del penultimo appuntamento, prima del congedo, previsto a fine marzo, con Ottavia Piccolo e ‘La commedia di Candido’.

Robin Hood è un musical, una favola, un’avventura ma, soprattutto, la storia di un uomo. Perché è questo che viene narrato da più di 800 anni: Robin Hood non è un supereroe, non è stato punto da un ragno e non è nato su un altro pianeta. La storia di un uomo che diventa un eroe, un ragazzo che impara a “riconoscere e apprezzare i doni e le benedizioni della propria vita” e diventa cosciente di tutte quelle persone che vivono sfocate ai margini del suo campo visivo. Ma “Robin Hood “ è anche la storia di un ragazzo di fronte all’inevitabile momento in cui la vita ti fa abbandonare la tua personale foresta di Sherwood, per affrontare le alte mura della realtà e del solidissimo palazzo di Nottingham. Il bambino sceglie di diventare uomo. Ognuno dei personaggi che vivrà sul palcoscenico compie o ha già compiuto una scelta. Da Lady Marianna, alla Tata, a Fra Tuck, a Little John, all’inedito personaggio di Nuvola, custode dell’incanto infantile e di quella paura di crescere che sono ancora meravigliosamente intatti dentro ciascuno di noi.

facebook
613