Telegram

Rototom: Giunta, fatto da parte per il bene dell’associazione

Nelle scorse settimane il fondatore del Rototom Filippo Giunta, raggiunto nell’autunno 2009 da un avviso di garanzia per “agevolazione all’uso di sostanze stupefacenti” in qualità di organizzatore del festival culturale Rototom Sunsplash, ha rassegnato le proprie dimissioni da presidente dell’associazione passando il testimone ad Alessandro Oria. Per la prima volta la manifestazione “Rototom Free”, svoltasi il 2 e 3 luglio scorsi al Parco del Cormor con un enorme successo di pubblico (30 mila presenze nell’arco dei due giorni), è stata organizzata e realizzata senza il diretto coinvolgimento del “padre” dell’associazione. Nelle giornate
successive all’annuncio della sua decisione, tuttavia, il “popolo” di Rototom lo ha subissato di messaggi di solidarietà e ringraziamento, facendogli sentire il calore e la riconoscenza per quanto fatto finora.
“La mia decisione di fare un passo indietro – spiega Filippo Giunta in una breve dichiarazione – è figlia della volontà di salvaguardare l’associazione e tutte le sue iniziative da una persecuzione che ritengo sempre più un fatto personale. Come ha dimostrato la grande avventura di “Rototom Free”, esistono dei soci che hanno capacità e determinazione per mettersi alla testa di un importante progetto. Ho ritenuto fosse giusto dare loro un doveroso riconoscimento, che allo stesso tempo però è anche una grande responsabilità. Ho troppo
rispetto però dell’assemblea e dei soci dell’associazione che ho contribuito a creare, per non confrontarmi con loro su questa decisione e ascoltare da loro se c’è una piena condivisione delle mie posizioni.
L’assemblea si terrà fra 15 giorni. Nel frattempo mi preme evidenziare come la risposta del Friuli (e non solo) alla nostra proposta di libertà è stata entusiasmante, e immenso l’affetto che è stato dimostrato a Rototom. Le emozioni che abbiamo regalato a questa terra evidentemente non sono così facili da dimenticare”.

facebook

Lascia un commento

473