FEFF22

Royal Bank of Scotland sceglie la friulana Refrion

Refrion_stand
Quattro grosse unità di raffreddamento della Refrion hanno preso la strada per Londra, dove saranno installati nel nuovo Datacentre della prestigiosa Royal Bank of Scotland (Rbs). Si tratta dei nuovissimi modelli ‘Ecoolers’, sviluppati dall’ufficio R&S dell’azienda friulana e presentati a fine dell’anno scorso: si distinguono per l’ottimo rapporto di efficienza, con conseguenti vantaggi di carattere ambientale. Grazie al limitato consumo di energia e di acqua, così, gli Ecoolers di Refrion sono i più indicati per gli impianti di raffreddamento industriali e, comunque, di grandi dimensioni.
La Royal Bank of Scotland, così, si aggiunge ai tanti clienti esteri che di fatto hanno contribuito alla ottima reputazione costruita dall’azienda friulana nel corso degli anni.
La Refrion fa parte di una piccolo gruppo di aziende collegate che nel 2014 ha prodotto un fatturato pari 22,5 milioni di euro. Il Gruppo, sulla scia di una recente ristrutturazione commerciale, ha da poco fondato la Refrion Deutschland GmbH con sede a Francoforte sul meno, che ha in programma di portare il fatturato realizzato in Germania a 6 milioni di euro nei prossimi due anni.
Refrion Deutschland si aggiunge alla società già attiva in Svizzera con sede a Berna, a quella Russa con sede a Mosca e all’ufficio di Lione in Francia.
”L’obbiettivo per l’anno in corso è ambizioso – commenta il Ceo Daniele Stolfo – quello cioè di portare il gruppo a 25 milioni di fatturato. Nel primo trimestre, però, abbiamo già superato il budget di riferimento e questo, quindi, ci fa ben sperare”.

548