* * IDEE PER I TUOI REGALI DI NATALE * * Guarda la nostra lista dei desideri * * * * * *

Sampdoria-Udinese 3-0 le dichiarazioni post partita

bortoluzziE’ un coro di voci preoccupate quelle che intonano il mea culpa ( non tutte a dire il vero) dopo l’esito del posticipo della ultima di andata fra Udinese e Sampdoria

QUI LE PAGELLE DI SAMP-UDINESE 3-0

A parlare il vice di Guidolin, Diego Bortoluzzi che ha sostituito il mister, squalificato che concentra l’attenzione soprattutto sugli episodi

“Abbiamo iniziato la gara con il piglio e l’atteggiamento giusto, ma siamo stati condizionati dal calcio di rigore concesso. Il vantaggio ha caricato la Samp; noi ci siamo riorganizzati, ma l‘espulsione di Allan è stata la seconda mazzata. Poi il gol in apertura di secondo tempo ci ha messo definitivamente in ginocchio, rendendo la partita ancora più complicata”. “Dobbiamo lavorare come abbiamo sempre fatto, perché le nostre caratteristiche non sono svanite nel nulla. Questo è un periodo in cui paghiamo ogni ingenuità che commettiamo”.“Siamo già in una zona molto calda della classifica. Tutti sono abituati a vederci nella parte di sinistra, ma non tutti gli anni sono uguali”.12 ammonizioni non sono un po’ troppe? “Mi sono sembrate in effetti un po’ esagerate perché la gara non mi è sembrata una battaglia”.Perché Maicosuel arretrava così tanto? “Perché ci aspettavamo un inizio impetuoso della Sampdoria”.

Fra i senatori a parlare è stato Pinzi:

Abbiamo fatto un campionato molto al di sotto delle nostre aspettative. Oggi la Sampdoria ci ha messo sotto dal primo al novantesimo. Ci dispiace per i tifosi che ci sono venuti a vedere fin qua. Dobbiamo però fare quadrato, metterci sotto, raddoppiare gli sforzi. Solo così potremo migliorare questa brutta situazione. Neanche noi riusciamo a capire i perché di queste prestazioni altalenanti. La cosa certa è che siamo in difficoltà. Diamo l’impressione di non dare il 100%, ma garantisco che il gruppo ce la mette sempre tutta: ci metto la mano sul fuoco. Insieme troveremo le soluzioni per uscire dalla crisi”. “La grinta la vedo, anche se in campo non basta solo quello. Il calcio è anche altre cose, che in questo momento ci riescono a tratti. Non riuscire a dare continuità ai risultati al momento è il nostro handicap. I giocatori ci sono, ora servono i risultati. Dobbiamo essere sereni, ma con la cattiveria giusta”.

Kelava, sotto accusa per il fallo da rigore che ha dato il via alla vittoria blucerchiata: Siamo pronti a ripartire. Lavorare e metterci la testa è l’imperativo. Adesso arriverà il nostro momento. E’ ovvio che nel ritorno dobbiamo aumentare le forze. Noi ci aspettavamo questa Sampdoria, ma stasera abbiamo giocato troppo male e la sconfitta ci sta. L’episodio del rigore è stato determinante; secondo me non c’era perché io mi sono ritratto indietro, ma lui mi ha cercato e ha trovato il rigore. Poi ho provato a prenderlo, ma lo ha angolato in maniera perfetta”.

 

Bruno Fernandes:  “Non credo che il problema sia offensivo. Oggi siamo stati molto sfortunati. Abbiamo fatto una partita con la giusta cattiveria, ma abbiamo tirato forse troppo poco. Dobbiamo cercare di più la conclusione. La partita con l’Inter è stata una situazione diversa. Dovevamo tentare di strappare almeno un punto qui, anche se è molto difficile affrontare una squadra che si è ripresa bene come la Sampdoria”.  “Nel ritorno dobbiamo far meglio. Ci aspettavamo ben altro da questo girone di andata, anche se sapevamo che sarebbe stato difficile. Da adesso in poi cercheremo di iniziare un nuovo ciclo e migliorare questa classifica”.

 

557