PopSockets

San Daniele: Festa di Spade, Memorial Dario Codarin

festival spade
120 Atleti parteciperanno domenica alla “Festa di Spade”, il 2° Memorial intitolato al compianto maestro Dario Codarin, uno dei principali artefici delle fortune schermistiche regionali negli ultimi quattro decenni, prematuramente scomparso nel 2007. Il Club Scherma Lame Friulane ne onora la memoria con una gara che idealmente chiude la stagione agonistica 2010/2011. “Festa di spade”, come suggerisce il nome, è una competizione riservata agli atleti dell’arma triangolare. Due gli appuntamenti al Palazzetto dello Sport di via Udine: a partire dalle 10 con la gara femminile e alle 12 quando saliranno in pedana gli uomini. La gara è un open e quindi vi possono partecipare tutti gli atleti over 14. Nella giornata di mercoledì si sono chiuse le iscrizione e il lotto dei partecipanti è significativo sia dal punto di vista numerico, sia da quello qualitativo. Nella prova femminile sono attese 50 ragazze provenienti dalle sale della regione, ma anche dal Veneto, dal Trentino, dall’Emilia Romagna e dall’Austria. Era data per certa la presenza dei due fiori all’occhiello della scherma regionale, Mara Navarria e Giulia Rizzi ma “per fortuna” le due atlete non potranno prendere parte all’evento. Entrambe, infatti, saranno impegnate a rappresentare l’Italia nelle ultime due prove di Coppa del Mondo Assoluta prima dei campionati Europei di Sheffield. Non mancherà comunque lo spettacolo in un arma che presenta sempre grandi sorpresi ed assalti emozionanti. Particolare attenzione va rivolta alla sempreverde Marta Terzani della PentaScherma Trieste, alla concittadina Eugenia Gotti (Ginnastica Triestina) e a Giulia Occhialini e Silvia Serrenti dell’ASU Udine. La gara maschile vedrà al via oltre 70 atleti in rappresentanza di società di tutto il Nord Italia. Molti gli atleti da tenere d’occhio, dal ferrarese Marco Schiavina al giovanissimo ravennate Emanuele Rocco (3° ai campionati italiani U20 nonostante sia solo sedicenne) da Andrea Carta di Valdagno a Riccardo Macchion di Castelfranco Veneto, passando per gli atleti di casa nostra, Claudio Zuliani vincitore della prima edizione, Marco Leombruno dell’ASU e Fabrizio Floreani della società di casa. La gara sandanielese vuole diventare, nell’intenzione degli organizzatori, un appuntamento importante del calendario nazionale, ma anche, vista la collocazione temporale, un modo per chiudere la stagione in serenità e amicizia. “L’edizione 2010 – spiega il Presidente delle Lame Friulane, Luigi Lenarduzzi – era andata oltre ogni più rosea aspettativa, quest’anno le iscrizioni sono aumentate e anche il bacino al quale ci rivolgiamo si è ampliato. Sarà una bella occasione per stare insieme e divertirci facendo scherma”. Nel luogo di gara è previsto un servizio di ristorazione per atleti e pubblico.

facebook

Lascia un commento

2.107