Sarajevo Film Festival: premiato italiano

Inizia questa sera a Sarajevo l’edizione numero 19 del Sarajevo Film Festival, che vede tra gli assegnatari del premio ‘Cuore di Sarajevo’ l’italiano Roberto Olla, direttore di Eurimages, il fondo del Consiglio di Europa per lo sviluppo del cinema. Nato verso la fine dei quattro anni d’assedio della città, nel 1995, grazie all’impegno e all’iniziativa di un gruppo di appassionati di cinema, il festival voleva all’inizio “concorrere a ricostruire la società civile” e a conservare “lo spirito cosmopolita” di Sarajevo, specifica il sito ufficiale della manifestazione. Nel giro di due decenni, la manifestazione è riuscita a diventare il più importante festival cinematografico della regione balcanica, frequentato dai maggiori esperti di cinema e registi internazionali, con proiezioni affollate da oltre 100mila persone. Quest’anno il festival, che si concluderà il 24 agosto, ospiterà più di duecento pellicole, di cui nove facenti parte del “Competition Programme”. A ricevere il premio ‘Cuore di Sarajevo’ sarà anche il regista ungherese Bela Tarr, fondatore della film.factory di Sarajevo

391