Bearzi

Science+Fiction dal 22 al 28 Novembre a Trieste

sflocandina
L’edizione zero/nove di Science+Fiction – il festival internazionale della fantascienza – manifestazione dedicata all’esplorazione dei mondi del fantastico, dei linguaggi sperimentali e delle nuove tecnologie nelle produzioni di cinema, televisione, arti visive e dello spettacolo – si svolgerà a Trieste dal 22 al 28 novembre 2009 presso il Multiplex Cinecity.

Anteprime, retrospettive, sezioni concorso, eventi speciali ed incontri con autori del cinema e della letteratura, formeranno lo scheletro di quest’edizione di Science+Fiction: una kermesse che dal 2005 fa parte della European Fantastic Film Festivals Federation ed è ormai universalmente riconosciuta come rampa di lancio per le opere più innovative e per i registi emergenti. La manifestazione è realizzata e promossa dal centro ricerche e sperimentazioni cinematografiche La Cappella Underground, con la collaborazione e il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (DGC), della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, della Provincia di Trieste, del Comune di Trieste, della Camera di Commercio di Trieste e dell’Università di Trieste.

Serata di apertura (domenica 22 novembre) all’insegna di un’imperdibile spettacolo, tra immagini e suoni. I Massimo Volume, inaugureranno questa edizione musicando dal vivo La caduta della Casa Usher, pellicola firmata da Jean Epstein e tratta dall’omonimo racconto di Edgar Allan Poe.

In chiusura (sabato 28 novembre) una delle Anteprime più attese, Moon di Duncan Jones (figlio di David Bowie), trionfatore al Festival di Sitges. Nelle sale italiane uscirà il prossimo 4 dicembre, per riportare l’uomo sulla Luna e omaggiare buona parte della miglior fantascienza degli anni Settanta e Ottanta, da Alien ad Atmosfera Zero. Ci ricorderà un po’ l’HAL 9000 di 2001: Odissea nello spazio il suo robot calmo e rassicurante Gerty (doppiato da Kevin Spacey), che accompagnerà uno straordinario Sam Rockwell sul terreno lunare. Fantascienza psicologica e grandi sorprese, riflessioni estreme e contemporanee sulla clonazione e un profondo messaggio sulla condizione umana.

Tra gli ospiti, Roger Corman, fresco di un Oscar alla Carriera e Christopher Lee, che ritireranno il Premio Urania d’Argento alla Carriera.

Il Presidente della Giuria sarà lo scrittore americano Bruce Sterling, tra i guru del cyberpunk, autore di opere seminali come “La matrice spezzata” e curatore della fondamentale antologia di racconti “Mirrorshades”, che ha sostanzialmente definito un genere letterario ed un modo di sentire – poi riflessi con successo ed intensità anche al di fuori dell’ambito prettamente letterario. La giuria presieduta da Sterling avrà il compito di assegnare l’Asteroide al miglior lungometraggio di fantascienza, scelto tra titoli provenienti da tutto il mondo e firmati da registi emergenti.

Nocturno Cinema proporrà quest’anno anche l’anteprima di Shadow, firmato da Federico Zampaglione, frontman dei Tiromancino che sarà a Trieste per presentare quello che è il suo secondo lungometraggio, un horror atmosferico e disturbante nella tradizione del cinema italiano di genere degli anni ’70. Il regista riceverà il Premio Nuove Visioni 2009, assegnato da Nocturno al miglior cineasta di genere emergente. Un riconoscimento importante, per il contributo dato al rilancio del cinema italiano di genere nel mondo.

Inoltre, un rappresentante d’eccezione del cinema di genere italiano sarà al centro di un altro imperdibile Evento Nocturno: Enzo G. Castellari. Il regista, omaggiato dal genio di Quentin Tarantino con Inglorious Basterds, liberamente ispirato a Quel maledetto treno blindato, uno dei tanti cult movies diretti da Castellari, che a Trieste presiederà anche l’altra giuria di Science+Fiction.

Quest’anno, infatti, per la prima volta, il festival ospiterà anche il concorso per il Méliès d’Argento, premio per il miglior lungometraggio fantastico europeo organizzato sempre in collaborazione con la European Fantastic Film Festivals Federation: Science+Fiction, in questo modo, entra di fatto nel gotha dei festival di cinema di genere, a fianco di sette altre importantissime manifestazioni come l’imponente Festival di Sitges in Spagna, quello di Leeds nel Regno Unito, quelli di Bruxelles, Amsterdam, Neuchâtel in Svizzera, Espoo in Finlandia e Lund in Svezia. Ogni anno, fra i titoli vincitori di ognuno di questi otto festival ne viene scelto uno che si aggiudica il Méliès d’Oro. , e di attribuire la nomination per il Méliès d’Oro al miglior cortometraggio fantastico europeo.

Quanto a Roger Corman, l’edizione zero/nove di Science+Fiction l’aveva previsto, decidendo molti mesi fa di assegnargli il Premio alla Carriera Urania d’Argento (che verrà attribuito lunedì 23 novembre). Nel frattempo la notizia è arrivata: Roger Corman ha ricevuto proprio pochi giorni fa dagli Academy Award la statuetta più ambita, l’Oscar alla Carriera. Il Premio Oscar, ora possiamo dirlo, interverrà a Trieste per ricevere il Premio Urania d’Argento – assegnato ogni anno a personalità di spicco del fantastico e realizzato in collaborazione con la rivista Mondatori “Urania” – e verrà omaggiato con la proiezione di L’uomo dalla vista a raggi x (The Man With The X Ray Eyes), storica pellicola interpretata da Ray Milland e vincitrice del premio Astronave d’Argento nella prima edizione dello storico Festival del “Film della Fantascienza di Trieste”. Inoltre, il regista e produttore divenuto figura leggendaria con i propri film nel campo dei B movies e per aver lanciato nomi del calibro di Jack Nicholson e Francis Ford Coppola, presenterà un focus sull’opera di Edgar Allan Poe, nel bicentenario della nascita dello scrittore. Tra i film tratti dai suoi lavori, verranno proiettati, tra gli altri, alcuni capolavori cormaniani: I Vivi e i Morti (The Fall Of The House Of Usher), Il Pozzo e il Pendolo (The Pit And The Pendulum), I Maghi del Terrore (The Raven) e La Maschera della Morte Rossa (Masque Of The Red Death).

Ma in questa super edizione, ci sarà un altro straordinario vincitore: l’attore più alto fra tutti, con il suo metro e 96 d’altezza, Christopher Lee. Un’altra leggenda vivente del cinema “borderline”, che arriverà a Trieste per ricevere l’Urania d’argento alla carriera. Attore di culto per milioni di fan in tutto il mondo, apparso in oltre 250 pellicole e in anni recenti venerato caratterista per Spielberg, Dante, Burton, Lucas, il più celebre vampiro dello schermo (insieme a Bela Lugosi), sarà protagonista di una masterclass aperta al pubblico e agli studenti universitari, in cui ripercorrerà le tappe più significative della sua carriera. Inoltre, introdurrà la proiezione del classico maledetto The Wicker Man (1973) di Robin Hardy. Infine, presenterà, solo a Trieste, Triage di Danis Tanovic, sua ultima interpretazione in uscita in Italia il 27 novembre.

Fra i titoli confermati in Neon – selezione ufficiale del festival: Metropia (in concorso sia per l’Asteroide che per il Méliès d’Argento), film di animazione distopico con le voci di Vincent Gallo, Juliette Lewis e Udo Kier; il nuovo film di Kazuaki Kiriya – già regista di “Kyashan-la rinascita” – Goemon (fuori concorso), che vede come protagonista una sorta di Robin Hood ninja dotato di superpoteri; lo spettacolare Banlieue13-Ultimatum (Méliès d’Argento), scritto da Luc Besson e diretto da Patrick Alessandrin; il messicano 2033 (Méliès d’Argento) diretto da Francisco Laresgoiti, che ci catapulterà in una dittatura futuribile tra fantapolitica e contingente realtà; e Salvage (Asteroide) firmato dal britannico Lawrence Gough. Tra i film di Neon anche TiMER (Asteroide) della regista statunitense Jac Schaeffer, insolita irruzione al femminile nel genere, che sarà tra gli ospiti di questa edizione. Sempre dagli Stati Uniti, ma diretto da registi spagnoli, il post-apocalittico Carriers (Asteroide) e l’orrorifico Infestation (Asteroide), la pellicola serba Zone of the Dead (Asteoride) firmata da Milan Konjevic e Milan Todorovic. Il barbarico Valhalla Rising (Méliès d’Argento) è, invece, il nuovo lavoro di Nicolas Winding Refn, regista della trilogia di successo The Pusher. Dal Giappone arriveranno la trilogia manga di culto 20th Century Boys (fuori concorso) e la sofisticata science fiction di The Clone Returns Home (Asteroide), direttamente dal Sundance Film Festival; dall’Ungheria ci sarà One (Asteroide e Méliès d’Argento), opera prima del regista Pater Sparrow tratta da un racconto di Stanislaw Lem, quindi la co-produzione tra Canada, Russia e Giappone First Squad: The Moment Of Truth (Asteroide), animazione dello Studio 4 °C ambientata nel cuore della Seconda Guerra Mondiale, e la co-produzione franco-belga Amer (Méliès d’Argento); su toni diversi, non mancherà di stupire l’horror britannico d’ambientazione natalizia The Children (Méliès d’Argento).

Tra i programmi speciali di quest’anno, un approfondimento dei legami tra scienza e fantascienza attraverso art&scienza, ovvero una serie di conferenze con relatori nazionali e internazionali di spicco (Bruce Sterling e Paolo Attivissimo solo per citarne un paio) che affronteranno temi quali il futurismo come fusione di arte+scienza+tecnologia e il quarantesimo anniversario del viaggio sulla Luna. art&scienza è organizzato in collaborazione con la SISSA e con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Trieste ed è coordinato dal giornalista scientifico Fabio Pagan (Radio 3 Scienza).

E proprio in un percorso anticipatorio di un futuro possibile si inserisce pure la proiezione di The Age Of Stupid,, organizzata in collaborazione con LaREA – ARPA FVG. Narrato da Pete Postletwhite, il documentario è incentrato sul sempre più stringente problema del cambiamento climatico che sarà affrontato a dicembre alla Conferenza Internazionale di Copenaghen. L’introduzione in sala sarà a cura di Filippo Giorgi (ICTP), già membro del board che si è aggiudicato nel 2007 il Premio Nobel assieme ad Al Gore.

Prosegue, inoltre, anche il progetto Marx Attacks!, (con la collaborazione di Alpe Adria Cinema): un programma particolarmente significativo nel ventennale della caduta del Muro di Berlino Dopo l’incursione nel cinema sovietico dell’edizione 2007, ecco un’esplorazione della produzione di fantascienza dei Paesi dell’Est Europa, con una ricca selezione che comprende tredici titoli, fra space-opera, scenari post-atomici, commedie fantasy, utopie e distopie: dalla ex DDR, Der schweigende Stern (The Silent Star, 1960) di Kurt Maetzig; Eolomea (1972) di Herrmann Zschoche e Im Straub der Sterne (In the dust of the Stars, 1976) di Gottfried Kolditz; dalla ex Cecoslovacchia, Ikarie XB-1 (1963) di Jind?ich Polák, Konec Sprna v Hotelu Ozon (The End of August at the Hotel Ozone, 1966) di Jan Schmidt, Kdo Chce Zabet Jessii? (Who Killed Jessie?, 1966), di Václav Vorlí?ek e Upir z Ferat (Ferat Vampire, 1981) di Juraj Herz; dalla ex Yugoslavia,Gosti iz galaksije (Visitors from the Galaxy, 1981) di Dusan Vukotic e Izbavitelj (The Rat Savior, 1976); Dall’Ungheria Az eröd (The Fortress, 1979) di Miklos Szinetar; dalla Polonia Wojna swiatów – nastepne stuleci (The War of the Worlds: Next Century, 1981) di Piotr Szulkin, Seksmisja (Sexmission, 1983) di Juliusz Machulski e O-bi, O-ba – Koniec cywilizacji (O-Bi, O-Ba – The End of Civilization, di Piotr Szulkin.

questo il programma

Serata inaugurale
domenica 22 novembre 2009

Teatro Miela

17.00 Roger Corman incontra il pubblico
a seguire
X – The Man with the X-Ray Eyes [ Usa | 1963 | col. | 79′ | v.o.sott.it.]
ingresso libero

21.30 Massimo Volume
sonorizzazione del film La chute de la maison Usher [Francia/Usa | 1928 | b/n | 63’]
biglietto unico € 7
ingresso gratuito per gli accreditati del festival

Lunedì 23 novembre

17.00 Sala 2 neon
The Age of Stupid [Regno Unito, 2009, col., 92’, v.o. sott.it.] di Franny Armstrong
presentazione a cura di Filippo Giorgi (ICTP)
in collaborazione con ARPA FVG – LaREA

17.15 Sala 4 neon
20th Century Boys: Beginning of the End [20-seiki shônen: Honkaku kagaku bôken eiga, Giappone, 2008, col., 142’, v.o. sott.it./ing.] di Yukihiko Tsutsumi

17.30 Sala 6 urania d’argento a Roger Corman
The Fall of the House of Usher [Usa, 1960, col., 79’, v.o. sott.it] di Roger Corman
a seguire
The Pit and the Pendulum [Usa, 1961, col., 90’, v.o. sott.it.] di Roger Corman

19.00 Sala 2 neon, concorso+méliès
Metropia [Svezia, 2009, col., 80’, v.o. sott.it.] di Tarik Saleh

20.30 Sala 6 urania d’argento a Roger Corman (cerimonia di premiazione)
consegna del premio alla carriera Urania d’Argento a Roger Corman
a seguire
The Masque of the Red Death [Regno Unito, 1964, col., 89’, v.o. sott.it.] di Roger Corman
a seguire
The Raven [Usa 1963, col., 86’, v.o. sott.it.] di Roger Corman

21.00 Sala 4 neon corti / shorts
European Fantastic Shorts

22.15 Sala 2 neon
Goemon [Giappone, 2009, col., 128’, v.o. sott.it./ing.] di Kazuaki Kiriya

martedì 24 novembre

16.00 Sala 4 neon
20th Century Boys: Chapter Two – The Last Hope [20-seiki shônen: Dai 2 shô – Saigo no kibô, Giappone, 2009, col., 139′, v.o. sott.it./ing.] di Yukihiko Tsutsumi

16.30 Sala 6 marx attacks!
The Silent Star [Der schweigende Stern, RDT/Polonia, 1960, col., 93’, v.o. sott.it.] di Kurt Maetzig

18.00 Sala 2 neon, concorso
Salvage* [Regno Unito, 2009, col., 80’, v.o. sott.it.] di Lawrence Gough

18.15 Sala 6 marx attacks!
Ikarie XB 1 [Cecoslovacchia, 1963, b/n, 84’, v.o. sott.it./ing] di Jind?ich Polák

18.30 Sala 4 neon, concorso+méliès
Metropia (R) [Svezia, 2009, col., 80’, v.o. sott.it.] di Tarik Saleh

20.00 Sala 2 neon, méliès
Banlieue 13 – Ultimatum* [Francia, 2009, col., 101’, v.o. sott.it./ing.] di Patrick Alessandrin

20.15 Sala 4 spazio nocturno
Fuga dal Bronx [Italia, 1983, col., 89’] di Enzo G. Castellari
a seguire
incontro con Enzo G. Castellari
a seguire
Quel maledetto treno blindato (The Inglorious Bastards) [Italia, 1978, col., 100’, v.ing. sott.it.] di Enzo G. Castellari

20.30 Sala 6 marx attacks!
The End of August at the Hotel Ozone [Konec srpna v Hotelu Ozón, Cecoslovacchia, 1966, b/n, 79’, v.o. sott.it./ing.] di Jan Schmidt

22.00 Sala 6 marx attacks!
Who Wants to Kill Jessie? [Kdo chce zabít Jessii?, Cecoslovacchia, 1966, b/n, 81’, v.o. sott.it./ing.] di Václav Vorlí?ek

22.15 Sala 2 neon, concorso+méliès
1* (One, Ungheria, 2009, col., 90’, v.o. sott.it.] di Pater Sparrow

mercoledì 25 novembre

15.15 Sala 4 neon
Goemon (R) [Giappone, 2009, col., 128’, v.o. sott.it./ing.] di Kazuaki Kiriya

15.30 Sala 2 neon, concorso
Zone of the Dead* [Serbia, 2009, col., 96’, v.o. sott.it.] di Milan Konjevic, Milan Todorovic

16.30 Sala 6 marx attacks!
Eolomea [RDT, 1972, col., 83’, v.o. sott.it.] di Herrmann Zschoche

17.30 Sala 2 neon, concorso
2033* [Messico, 2009, col., 90’, v.o. sott.it.] di Francisco Laresgoiti

17.45 Sala 4 neon, méliès
Banlieue 13 – Ultimatum (R) [Francia, 2009, col., 101’, v.o. sott.it./ing.] di Patrick Alessandrin

18.00 Sala 6 marx attacks!
In the Dust of the Stars [Im Staub der Sterne, RDT/Romania, 1976, col., 75’ , v.o. sott.it./ing] di Gottfried Kolditz

19.30 Sala 6 marx attacks!
The Rat Savior [Izbavitelj, Jugoslavia, 1976, col., 80’, v.o. sott.it./ing.] di Krsto Papic

20.00 Sala 2 neon, concorso
TiMER* [Usa, 2009, col., 99’, v.o. sott.it.] di Jac Schaeffer

20.15 Sala 4 neon, concorso+méliès
1 (R) [One, Ungheria, 2009, col., 90’, v.o. sott.it.] di Pater Sparrow

21.30 Sala 6 corti / shorts
European Fantastic Shorts – programma 1

22.15 Sala 2 neon, concorso
Infestation* [Usa, 2009, col., 93’, v.o. sott.it.] di Kyle Rankin

22.30 Sala 4 neon, méliès
The Children* [Regno Unito, 2008, col., 84’, v.o. sott.it.] di Tom Shankland

Giovedì 26 novembre

15.00 Sala 4 neon
20th Century Boys: Chapter Three – Redemption [20-seiki shônen: Saishû-shô – Bokura no hata, Giappone, 2009, col., 155’, v.o. sott.it./ing.] di Yukihiko Tsutsumi

15.30 Sala 2 neon, méliès
The Children (R) [Regno Unito, 2008, col., 84’, v.o. sott.it.] di Tom Shankland

16.15 Sala 6 marx attacks!
The Fortress
[Az eröd, Ungheria, 1979, col., 119’, v.o. sott.it./ing.]
di Miklós Szinetár

17.30 Sala 2 neon, concorso
The Clone Returns Home* [Kurôn wa kokyô o mezasu, Giappone, 2008, col., 110’, v.o. sott.it./ing.] di Kanji Nakajima

18.00 Sala 4 neon, concorso
Salvage (R) [Regno Unito, 2009, col., 80’, v.o. sott.it.] di Lawrence Gough

18.30 Sala 6 marx attacks!
Ferat Vampire [Upír z Feratu, Cecoslovacchia, 1981, col., 90’, v.o. sott.it./ing.] di Juraj Herz

20.00 Sala 2 urania d’argento a Christopher Lee (cerimonia di premiazione)
consegna del premio alla carriera Urania d’Argento a Christopher Lee
a seguire
Triage [Irlanda/Spagna/Francia, 2009, col., 99’, v.o. sott.it.] di Danis Tanovic

20.15 Sala 4 neon, méliès
Amer* [Francia/Belgio, 2009, col., 90’, v.o. sott.it./ing.] di Hélène Cattet, Bruno Forzani

20.30 Sala 6 marx attacks!
Visitors from the Galaxy [Gosti iz galaksije, Jugoslavia, 1981, col., 86’, v.o. sott.it.] di Dušan Vukotic

22.00 Sala 6 corti / shorts
European Fantastic Shorts
spazio italia

22.15 Sala 4 neon, concorso
2033 (R) [Messico, 2009, col., 90’, v.o. sott.it.] di Francisco Laresgoiti

22.30 Sala 2 neon, méliès
Valhalla Rising* [Danimarca, 2009, col., 100’, v.o. sott.it.] di Nicolas Winding Refn

venerdì 27 novembre

15.15 Sala 4 neon, mèliès
Valhalla Rising (R) [Danimarca, 2009, col., 100’, v.o. sott.it.] di Nicolas Winding Refn

16.00 Sala 2 neon, concorso
First Squad – The Moment of Truth [Faasuto Sukuwaddo, Russia/Giappone/Canada, 2009, col., 73’, v.o. sott.it./ing.] di Yoshiharu Ashino, Aljosha Klimov, Misha Sprits

16.30 Sala 6 marx attacks!
The War of the World: Next Century [Wojna swiatów – nastepne stulecie, Polonia, 1981, col., 96’, v.o. sott.it./ing.] di Piotr Szulkin

17.30 Sala 4 neon, concorso
TiMER (R) [Usa, 2009, col., 99’, v.o. sott.it.]
di Jac Schaeffer

17.45 Sala 2 neon, méliès
Amer (R) [Francia/Belgio, 2009, col., 90’, v.o. sott.it./ing.]
di Hélène Cattet, Bruno Forzani

18.15 Sala 6 marx attacks!
Sexmission [Seksmisja, Polonia, 1984, col., 116’, v.o. sott.it./ing.] di Juliusz Machulski

20.00 Sala 2 spazio nocturno/premio notturno “nuove visioni” a Federico Zampaglione
Shadow* [Italia, 2009, col., 90’, v.o. sott.it.] Federico Zampaglione

20.15 Sala 4 neon, concorso
The Clone Returns Home (R) [Kurôn wa kokyô o mezasu, Giappone, 2008, col., 110’, v.o. sott.it./ing.] di Kanji Nakajima

20.30 Sala 6 marx attacks!
O-Bi, O-Ba – The End of Civilization [O-bi, O-ba – Koniec cywilizacji, Polonia, 1985, col., 88’, v.o. sott.it./ing.] di Piotr Szulkin

22.00 Sala 6 corti /shorts
European Fantastic Shorts – programma 2

22.15 Sala 2 neon, concorso
Carriers* [Usa, 2009, colore, 84’, v.o. sott.it./ing.] di Àlex Pastor, David Pastor

22.30 Sala 4 neon, concorso
Zone of the Dead (R) [Serbia, 2009, col., 96’, v.o. sott.it.] di Milan Konjevic, Milan Todorovic

sabato 28 novembre

15.00 Sala 2 uUrania d’argento a Christopher Lee
The Lord of the Rings: The Fellowship of the Ring – extended version [Nuova Zelanda/Usa, 2001, col., 208’, v.o. sott.it.] di Peter Jackson
a seguire
incontro con Christopher Lee
a seguire
The Wicker Man [Regno Unito, 1973, col., 88’, v.o. sott.it.] di Robin Hardy

15.30 Sala 4 neon, concorso
Infestation (R) [Usa, 2009, colore, 93’] di Kyle Rankin

16.00 Sala 6 neon
20th Century Boys: Beginning of the End (R) [20-seiki shônen: Honkaku kagaku bôken eiga, Giappone, 2008, col., 142’, v.o. sott.it/ing.] di Yukihiko Tsutsumi

17.45 Sala 4 neon, concorso
Carriers (R) [Usa, 2009, colore, 84’] di Àlex Pastor, David Pastor

18.45 Sala 6 neon
20th Century Boys: Chapter Two – The Last Hope (R) [20-seiki shônen: Dai 2 shô – Saigo no kibô, Giappone, 2009, col., 139′, v.o. sott.it./ing.] di Yukihiko Tsutsumi

19.45 Sala 4 neon, concorso
First Squad – The Moment of Truth (R) [Faasuto Sukuwaddo, Russia/Giappone/Canada, 2009, col., 73’, v.o. sott.it./ing.] di Yoshiharu Ashino, Aljosha Klimov, Misha Sprits

20.30 Sala 2
cerimonia di premiazione
consegna del premio asteroide e del premio méliès d’argento
a seguire
Moon [Regno Unito, 2009, col., 97’, v.o. sott.it.] di Duncan Jones

21.00 Sala 6 neon
20th Century Boys: Chapter Three – Redemption (R) [20-seiki shônen: Saishû-shô – Bokura no hata, Giappone, 2009, col., 155’, v.o. sott.it./ing.] di Yukihiko Tsutsumi

21.30 Sala 4 neon, concorso
Replica di un film premiato

22.30 Sala 2 neon, concorso
Replica di un film premiato

NOTA
* Alla presenza del regista.
(R) Replica.
masterclass (Corman e Lee incontrano il pubblico e la stampa)

Aula Magna Science della Formazione
Università degli Studi di Trieste, via Tigor 22 / Trieste
Lun 23.11.09 ore 15.00
Masterclass di Roger Corman
Coordina Leonardo Gandini

Auditorium del Museo Civico Revoltella
via Armando Diaz 27 / Trieste
Ven 27.11.09 ore 15.00
Masterclass di Christopher Lee
Coordina Phillip Bergson

Caffè Tommaseo
Science Fiction café
dalle 11.30 incontri con gli scrittori, i registi e gli artisti ospiti del festival
ingresso libero

Lun 23.11.09
Edgar Allan Poe e il Cinema
Giuseppe Lippi, Lorenzo Codelli, Kim Newman, Roger Corman

Mar 24.11.09
E-Doll: premio Urania letterario 2009 a Francesco Verso
Giuseppe Lippi, Francesco Verso

Mer 25.11.09
Neon [1] incontro con i registi presenti al festival

Gio 26.11.09
Neon [2] incontro con i registi presenti al festival

Ven 27.11.09
La rinascita dell’horror italiano
Federico Zampaglione, Manlio Gomarasca, Alan Jones

Sab 28.11.09
Greystorm e la fantascienza nel fumetto in Italia
Antonio Serra, Mario Alberti, Franco De Vescovi, Adriano Barone

Auditorium del Museo Civico Revoltella
art&scienza dalle 17.00 incontri tra scienza, arte e fantascienza
in collaborazione con la Sissa, coordina Fabio Pagan
ingresso libero

Mer 25.11.09
Vita e morte delle stelle
Nane bianche e buchi neri nello spazio-tempo
Giuseppe Mussardo
Stefano Liberati
Proiezione del documentario “Chandra. The Journey of a Star”

Gio 26.11.09
Science Fiction & Beyond
Cyberpunk e oltre: scienza e tecnoscienza
Bruce Sterling
Giuseppe Lippi

Ven 27.11.09
L’astronave di Marinetti
Quando il futurismo amava la tecnologia
Gianfranco de Turris- Riccardo Valla

Sab 28.11.09
Balle spaziali. Siamo davvero andati sulla Luna?
Come smontare le tesi dei lunacomplottisti
Paolo Attivissimo-Andrea Bernagozzi

facebook

Lascia un commento

511