Bearzi

Serie A: fischi e insulti negli stadi per Andreotti

Mai minuto di silenzio fu più lungo e contestato. Stasera praticamene in tutti gli stadi di serie A, con l’eccezione di Genova, il minuto di raccoglimento disposto dal Coni in omaggio alla memoria del sen. Giulio Andreotti, morto due giorni fa a Roma, è stato accompagnato da interminabili bordate di fischi, e a San Siro anche da epiteti, insulti e volgarità varie. Silenzio totale, invece, a Genova colpita dalla morte di sette persone. A Marassi per Sampdoria-Catania il minuto di raccoglimento era dedicato anche alle vittime dell’incidente al porto, e il clima quando le squadre si sono schierate attorno alla linea di centrocampo col lutto al braccio è stato di forte commozione. Prima dell’incontro, in campo uno striscione dei lavoratori portuali: ‘basta vittime sul lavoro’. A Torino con in campo col lutto anche il Genoa, mentre i tifosi al seguito esponevano la scritta: ‘Onore alle vittime del porto’. Ma nel resto d’Italia, tutti contro la memoria del ‘Senatore’. Al Meazza mentre i giocatori di Inter e Lazio erano al centro del campo, i fischi e le contestazioni alla memoria di Andreotti sono giunti soprattutto dalla curva nord ma anche dalle tribune. Al Dall’Ara di Bologna i fischi sono arrivati dalla curva Bulgarelli, ma anche da gran parte degli spalti occupati dai tifosi napoletani venuti a seguire la loro squadra in trasferta. Il pubblico bolognese ha invece riservato applausi al ricordo di Maurizio Cevenini, un dirigente politico del Pd scomparso un anno fa e storico tifoso rossoblù. Una situazione simile a quella di Bologna si è ripetuta a Siena dove, prima del derby toscano fra Siena e Fiorentina, ai fischi rivolti alla memoria del senatore democristiano, sono seguiti gli applausi in ricordo di Ferruccio Mazzola, ex calciatore che per qualche tempo aveva militato anche nella Fiorentina. Fischi sonori all’indirizzo di Andreotti anche a Bergamo, prima di Atalanta-Juventus. Il copione si è ripetuto anche al Barbera di Palermo, dove il minuto di silenzio osservato dai giocatori di Palermo e Udinese è stato coperto dalle contestazioni sonore dei tifosi. Contestazioni durante il minuto di silenzio anche all’Olimpico di Torino, prima di Torino-Genoa.

facebook

Lascia un commento

311