Serracchiani: Mattarella onora Trieste ricongiunta all’Italia

cattura-mattarella
“Siamo grati al Presidente Mattarella che ha voluto nuovamente rendere omaggio alla nostra terra. Gli onori resi oggi al Tricolore in piazza dell’Unità d’Italia a Trieste hanno un significato profondo, che risuona come un messaggio. Dopo la Seconda Guerra mondiale Trieste è stata l’ultimo lembo d’Italia a tornare alla Madrepatria, solo nel 1954, con ampio ritardo dopo incertezze e angoscia, sofferenze e vittime. Il saluto del Capo dello Stato è un riconoscimento alla forza con cui Trieste volle essere italiana”: lo ha detto la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, al termine della cerimonia dell’Alzabandiera solenne in piazza Unità, a Trieste, dove ha accolto il Capo dello Stato.
“L’arrivo di Mattarella nel capoluogo della Regione – ha aggiunto Serracchiani – rende oggi testimonianza vera alla storia e alla prospettiva della crescita del ruolo strategico di Trieste e di tutto il Friuli Venezia Giulia a servizio del Paese e dell’Europa”.

912