Aperitivo a Grado

Servizi sociali: riparte il progetto “Affido: un bene per me”

facebook

famigliaCon un ciclo di incontri in partenza questa settimana torna anche quest’anno “Affido: un bene per me”, la campagna di sensibilizzazione all’affido familiare promossa per il secondo anno consecutivo dal Servizio Sociale dei Comuni delll’Uti Friuli Centrale e dall’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine con la collaborazione delle associazioni Par Vivi in Famee, Il Focolare Onlus e Famiglie per l’Accoglienza. L’iniziativa, che si propone di diffondere, motivare e promuovere la cultura dell’accoglienza e della solidarietà comunitaria su cui si fonda l’esperienza dell’affido familiare stesso, sarà aperta da un incontro in programma venerdì 6 aprile alle 20.30 nella sede dell’associazione Famiglie per l’Accoglienza, in via Stuparich 7/a, nel corso del quale Daniela Fumagalli, assistente sociale e giudice onorario del Tribunale dei minori di Milano, illustrerà le caratteristiche di questo istituto.

Ma in cosa consiste l’affidamento familiare? Si tratta di un intervento “a termine” di aiuto e sostegno che si attua nei confronti di un minore e della sua famiglia, la quale temporaneamente non è in grado di occuparsi delle necessità affettive, educative e di cura del minore. In relazione alle caratteristiche e necessità del minore e della famiglia di origine si possono realizzare affidi di diverso tipo: residenziali, diurni (in determinate fasce orarie e/o giornate della settimana), solo nel weekend oppure weekend escluso, emergenze di pochi giorni. Possono richiedere l’affido coppie con figli e senza figli, coppie sposate o conviventi, persone singole.

Questo percorso di orientamento all’affido proseguirà poi con altri due appuntamenti in programma venerdì 13 e 20 aprile, alla stessa ora e nello stesso luogo. Per informazioni e iscrizioni: [email protected] – tel Francesca 3473223721, Marcella 3284235527 (dalle 18 alle 21).

Il progetto proseguirà nel corso dell’anno con una serie di azioni di cui faranno parte uno sportello informativo, proiezioni di film e intrattenimenti di animazione, corsi di orientamento e formazione all’affido familiare, incontri basati sul racconto di esperienze di famiglie affidatarie e iniziative di sensibilizzazione in ambito scolastico.

 

#news

famigliaCon un ciclo di incontri in partenza questa settimana torna anche quest’anno “Affido: un bene per me”, la campagna di sensibilizzazione all’affido familiare promossa per il secondo anno consecutivo dal Servizio Sociale dei Comuni delll’Uti Friuli Centrale e dall’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine con la collaborazione delle associazioni Par Vivi in Famee, Il Focolare Onlus e Famiglie per l’Accoglienza. L’iniziativa, che si propone di diffondere, motivare e promuovere la cultura dell’accoglienza e della solidarietà comunitaria su cui si fonda l’esperienza dell’affido familiare stesso, sarà aperta da un incontro in programma venerdì 6 aprile alle 20.30 nella sede dell’associazione Famiglie per l’Accoglienza, in via Stuparich 7/a, nel corso del quale Daniela Fumagalli, assistente sociale e giudice onorario del Tribunale dei minori di Milano, illustrerà le caratteristiche di questo istituto.

Ma in cosa consiste l’affidamento familiare? Si tratta di un intervento “a termine” di aiuto e sostegno che si attua nei confronti di un minore e della sua famiglia, la quale temporaneamente non è in grado di occuparsi delle necessità affettive, educative e di cura del minore. In relazione alle caratteristiche e necessità del minore e della famiglia di origine si possono realizzare affidi di diverso tipo: residenziali, diurni (in determinate fasce orarie e/o giornate della settimana), solo nel weekend oppure weekend escluso, emergenze di pochi giorni. Possono richiedere l’affido coppie con figli e senza figli, coppie sposate o conviventi, persone singole.

Questo percorso di orientamento all’affido proseguirà poi con altri due appuntamenti in programma venerdì 13 e 20 aprile, alla stessa ora e nello stesso luogo. Per informazioni e iscrizioni: [email protected] – tel Francesca 3473223721, Marcella 3284235527 (dalle 18 alle 21).

Il progetto proseguirà nel corso dell’anno con una serie di azioni di cui faranno parte uno sportello informativo, proiezioni di film e intrattenimenti di animazione, corsi di orientamento e formazione all’affido familiare, incontri basati sul racconto di esperienze di famiglie affidatarie e iniziative di sensibilizzazione in ambito scolastico.

 

#news

Powered by WPeMatico

915